• Federico Oldani
    24/05/2022 at 21:02

    Abbiamo seguito le indicazioni scritte nelle altre recensioni per la variante al Cristo. Rispetto a molte ferrate nel nord Italia, classificherei questa come difficile. Alcuni passaggi richiedono sforzo di braccia o un minimo di esperienza nell’arrampicata. In generale poi la lunghezza e qualche difficoltà di orientamento la rendono complessivamente difficile, non moderatamente difficile. Nonostante questo, tutta la parte ferrata in cresta è davvero spettacolare! Super consigliata per chi ha già esperienze e confidenza con ferrate. Considerate più tempo rispetto a quello indicato nella relazione.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • piccozzaintesta
    02/05/2022 at 12:10

    La ferrata degli Angeli, come descritta, è stata rimossa. E’ però presente la ‘via del Cristo’. Una volta scesi dal battello seguire come per la ferrata degli Angeli sino a quando la strada sterrata non diventa una traccia di sentiero. NON seguire le frecce che portano alla via degli Angeli ma seguire una traccia con qualche omino che obliqua in discesa sino a raggiungere un cavetto metallico che scende quasi sino al mare. Poco dopo c’è l’attacco di questa via attrezzata in modo discontinuo ed artigianale che porta ad una piccola croce. Da qui non ci sono più tratti attrezzati in salita e si procede camminando sino alla cima del cannone. ATTENZIONE nel breve tratto di cresta attrezzato prima della croce se c’è forte veto. Una volta arrivati alla croce scendere per qualche metro sulla destra guardando con MOLTA attenzione agli omini presenti. Riprendere a salire seguendo i rari omini che poi spariscono del tutto stando poco sotto la cresta. Ad un certo punto si vedrà la croce della cima del Cannone e si procede a vista. Arrivati in cima si ridiscende seguendo l’itinerario descritto nella relazione via ferrata Tavolara. Consiglio tenere l’imbrago sino alla fine. Panorama molto bello. Tratti ferrati facili ma artigianali. Difficoltà ad orientarsi soprattutto nella seconda parte anche se intuitivamente si deve seguire la cresta stando alcuni metri a destra sotto di essa.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • Massimiliano Mercuriali
    02/09/2020 at 12:19

    Attenzione! La ferrata nella parte iniziale è stata rimossa, come riferisce la relazione di Tony Bayon del 2019, in questi tratti, per procedere, occorre capacità e attrezzatura completa da arrampicata (corde, rinvii, friend, nuts, staffe etc).
    Dopo aver superato il primo risalto di roccia occorre individuare la traccia di sentiero, in direzione est allontanandosi dalla cresta, che porta alla ferrata del cristo superando il vecchio secondo tratto smantellato.
    La ferrata del cristo si sviluppa, più o meno sul filo, della cresta lato est.
    Raggiunto il cristo in croce si procede camminando per tracce di sentiero, non sempre segnalato, sino a raggiunge prima la cima la punta di Lucca e poi cima Cannone.
    Per la via discesa ci sono due possibilità:
    1) dalla via normale sotto la cima Cannone, attrezzata con funi acciaio e corde nei tratti più delicati e sentiero.
    2) con due calate in corda doppia (anelli in loco occorre corda da almeno 80m) sotto la punta di Lucca e sentiero
    Ribadisco che i sentieri non sono ben segnalati, solo a tratti si trova qualche bollo rosso e qualche ometto di pietra, per procedere occorre essere dotati di senso dell’orientamento, capacità di muoversi in ambiente e del buon senso alpinistico cercando sempre la via più facile nel difficile.
    Consiglio vivamente a chi non ha queste capacità di affidarsi ad accompagnatori, conoscitori della zona, esperti e qualificati.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • Toni Bayon Platel
    08/06/2019 at 16:28

    Realment és un indret excepcional, roques, aigua i verticalitat.
    Vàrem tenir a mica de problemes to find the inert of the ferrada, ja que la primera part està sense cable, for sort encara estant els parabolts i vàrem poder progressar muntant a tiradeta, fins que vàrem intuir a tram de cable que vàrem to follow for poder tornar els punts de colors vermells for sobre de l'escala i cadena tant característic; a depart from Aquest punt tot goes quadrar.
    Vàrem will enter the Crist le Lbre de Registre for the Ferrada Nova.
    Ara varem resseguir the arest always que ens it was possible for poder apreciar espectacular panoràmica i contrasts the entorn de l'illa fins at the Punta Cannone amb the Mare de Déu en el punt més alt, el qual vàrem aprofitar for menjar i beure durant an Estonian.
    Vàrem desfer a tram of our itineraries to trobar the normal way baixar for a tram ferrat amb cable, cordes fixes en els trams més complicated the retornar el f our punt de sortida to Cal TONINO.
    Ens va agradar força, molt is interesting and an activitat que quadra totalment amb la nostra forma de fer.
    Estem segur que ritornm ara aquesta vegada a hivern.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • Ivan Pegorari
    29/03/2019 at 15:30

    Via ferrata with incredible beauty and context, I believe the most beautiful I've ever done in many years as a mountain guide and many mountain climbers. Path as beautiful as others but dreamlike context. Too bad it is NOT a path approved and professionally aided. We hope that the local authorities will take care of bringing it up to standard.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

Add a review
Sponsors
Sponsors