• Massimo Marella
    24/06/2021 at 19:57

    È stata la nostra prima ferrata.
    Per raggiungerla bisogna compiere un bel dislivello, quasi interamente all’interno del bosco, fortunatamente aggiungerei, visto il caldo.
    Il primo tratto é facilissimo, il secondo, un po più impegnativo, in cui la mia ragazza ha avuto qualche problema, ma nulla di impossibile.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • Alessandro Tavoso
    30/05/2020 at 16:59

    L’avvicinamento tramite la direttissima è parecchio faticoso specialmente per via della lunghezza e della forte pendenza. In alternativa è possibile scegliere la variante che però risulta essere più lunga e ripetitiva.
    Il primo tratto della ferrata è molto arrampicabile e particolarmente divertente senza mai presentare difficoltà. L’intero tragitto iniziale, fino al bivio con la seconda parte, continua ad alternare tratti di ferrata a sentiero attrezzato con numerosi punti panoramici in cui è possibile fermarsi per fare pausa o anche solo per godersi il sorprendente panorama sulla Pianura Padana. La vista lungo tutto il percorso è molto appagante specialmente per via della varietà del paesaggio: si passa da scenari rocciosi a terrazzi boscosi semplicemente ruotando lo sguardo.
    Arrivati al bivio con la seconda parte inizia la parte più impegnativa della ferrata con un attacco leggermente tecnico e abbastanza fisico. Da questo punto fino alla fine della via si rimane costantemente concentrati durante l’avanzamento quasi esclusivamente verticale per via della consapevolezza di essere “tacai via”.
    Mi sento personalmente di sconsigliare questa seconda parte nel caso in cui si avverta una certa stanchezza, specialmente alle braccia, una volta arrivati al bivio o non si sia certi di avere una buona consapevolezza del proprio rapporto con l’altezza.
    Concludere questa ferrata con una visita al Sacrario del Grappa è la ciliegina sulla torta di una piacevolissima escursione che termina con un lungo, e mai eccessivamente ripido, sentiero di rientro.
    Ritengo opportuno segnalare la presenza di zecche che hanno morso in più punti tutti i membri del gruppo durante l’escursione, probabilmente dovuto al periodo e alla presenza di animali selvatici.

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • tommy.76
    24/04/2019 at 12:38

    Soon the approach ... the ferrata is divided into two parts the first one quite easy ... the second start is more fun and demanding but nothing extreme ... various possibilities for the return

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

  • rosso.pelo1992
    23/04/2019 at 20:11

    Approaching quite long and tiring because it is very steep.
    The ferrata is very beautiful and as soon as you climb a little it becomes very scenic on the Po valley. the first section is easy and does not present excessive technical difficulties; something different for the second stretch that passes over the road tunnel, which has a couple of points (including the start) that are quite technical, even if they are very climbable. From the end of the via ferrata, if you want to reach the Cima Grappa hut (recommended a fresh brew if it is hot), there is about 30-40 minutes of trail. the return for sent. 151 up to San Liberale is very long but constant (about 2h30 at a good pace). Recommended in spring as the not too high altitude and the constant southern exposure make it very hot in summer

    How much did you like the Via Ferrata:

    How much did you like the trip:

    Difficulty of the via ferrata:

    Physical commitment of the trip:

Add a review