8 itinerari attrezzati

Vie Ferrate nel Gruppo del Catinaccio

Il Gruppo del Catinaccio è un massiccio montuoso appartenente alle Dolomiti di Fassa compreso tra la Valle di Tires, la Val d'Ega e la Val di Fassa. Il gruppo appartiene alle Dolomiti di Fassa e ne fanno parte, tra le altre, il Catinaccio d'Antermoia, la Cima Catinaccio, il Molignon, le Torri del Vajolet, la Cima del Larsec e la Roda di Vael.

Sotto trovi 8 relazioni di vie attrezzate che si sviluppano nel Gruppo del Catinaccio.

Itinerario difficile

Ferrata Laurenzi

La Ferrata Laurenzi è uno stupendo itinerario di cresta che si sviluppa in uno degli angoli selvaggi del gruppo del Catinaccio tra il Molignon di Dentro e il Molignon di Fuori. L'itinerario richiede un lungo avvicinamento e rientro e spesso viene inserito all'interno di un più lungo itinerario che può comprendere altri sentieri attrezzati.

Itinerario moderatamente difficile

Ferrata Catinaccio d'Antermoia

La Ferrata al Catinaccio d'Antermoia è una ferrata dall'enorme interesse paesaggistico che si sviluppa sia in salita che discesa lungo le pareti del Catinaccio d'Antermoia. La relazione è proposta con partenza dal Rifugio Gardeccia e presenta due opzioni per il rientro. L'ambiente è molto frequentato tuttavia si sale oltre 3000 m e quindi servono le precauzioni tipiche dell'ambiente di alta montagna.

Itinerario moderatamente difficile

Ferrata Masarè

La Ferrata Masarè è uno stupendo itinerario di cresta che percorre il versante sud della cresta tra Punta Masarè e la Roda da Vael. L'itinerario proposto parte dal Rifugio Paolina raggiungibile da Carezza in provincia di Bolzano tramite comoda funivia. L'itinerario è di media difficoltà anche se alcuni punti richiedono maggiore attenzione e impegno quando percorsi in discesa.

Itinerario moderatamente difficile

Ferrata Roda di Vael

La Ferrata Roda di Vael è una piacevole ferrata che permette di salire all'imponente vetta dell'omonima vetta con un itinerario di media difficoltà. La salita dal Passo del Vajolon è facile mentre la discesa a Torre Finestra è di maggiore difficoltà in singoli passaggi. L'itinerario può essere abbinato alla Ferrata Masarè che continua la cresta e permette di completare un appagante giro ad anello nel Gruppo del Catinaccio.

Vuoi poter filtrare in dettaglio gli itinerari?

Usa la mappa interattiva