• Felice Mastronzio
    24/07/2020 alle 18:50

    NON ADATTA A PRIME ESPERIENZE!!
    Ho percorso questa ferrata il 21/07/2020 con una ragazza alla sua seconda ferrata.
    Il percorso è molto bello, ben attrezzato, però la guida che ho comprato parlava di “sentiero attrezzato”, in realtà per persone alle prime armi può risultare molto difficile e bloccante. Infatti ci si trova di fronte in 3 punti a salite completamente verticali con pochi appigli e soprattutto i ferri che interrompono una eventuale caduta si trovano l’uno dall’altro 3/4 talvolta 4,5 metri (verticali). Questo significa che una caduta in vetta al tratto comporta un volo di circa 6 metri, potenzialmente molto rovinoso…
    Tutto molto semplice per chi arrampica ed ha esperienze, piuttosto complicato (soprattutto psicologicamente) invece per chi è alle prime esperienze.
    Al ritorno ho dovuto calare la ragazza con spezzone di corda di 4 metri e cordino per machard.
    In conclusione: bellissima ferrata facilissima per alpinisti e “ferratisti” con esperienze verticali; da evitare per chi è alle prime armi invece.
    Per chi è alle prime esperienze consiglio invece la vicina ferrata ad anello lungo bombasel al Cermis, il lato vertigo è verticale quasi quanto la attilio sieff, ma i ferri sono ancorati molto più corti (2 metri massimo).

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Davide Spitaletta
    22/06/2020 alle 12:01

    Ciao, ho portato con me un mio amico alla sua prima ferrata, nel mio libro è segnalata come sentiero attrezzato, ciò da un immagine di un percorso abbastanza semplice, poco esposto e con appigli artificiali, e invece ci siamo trovati parecchio in difficoltà in 3 passaggi, quelli che vengono descritto, ovvero subito all’inizio c’è il cavo che corre sulla parte più esposta e l’unico modo di tirarsi su è a 2 mani sul cavo stesso. Mentre il passaggio successivo di difficoltà ancora maggiore è la fuori uscita dalla bocca che ti espone non poco e il cavo orizzontale ti invita a salire dando le spalle alla “bocca”, quel passaggio lo rivedrei. In fine l’ultimo tratto in piedi è praticamente su roccia, senza una buona “convinzione di presa” si sale, ma con tremori. In più è da fare anche in discesa. Consiglierei di mettere un grado di difficoltà maggiore. Comunque è bellissima, ne vale la pena.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    09/03/2019 alle 17:44

    Per me la parte più dura dell’escursione è l’avvicinamento!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione