Complessità dell'Escursione
  • Difficoltà tecniche
    3/5
  • Difficoltà ambientali:
    4/5
  • Esposizione:
    3/5
  • Impegno fisico:
    3/5
Dettagli della Ferrata
Relazione Video
Caratteristiche Ferrata
Resta aggiornato
Relazione Via Ferrata

Generale:

Questa ferrata, interessante ma non lunga, ci porta al Bivacco Borelli in Val Veny. I tratti ferrati superano un dislivello complessivo di circa 200 m sebbene inframezzati da tratti non attrezzati. Un paio di passaggi delicati (un traverso) nei pressi del termine della ferrata.

 

Località di partenza:

Il punto di partenza è la frazione di Purtud in Val Veny provincia di Aosta. Si giunge in Val Veny da Courmayeur. Lungo la strada si giungerà a un cartello "Peuterey" che ci indica di svoltare a destra, superare un ponte sul torrente e subito dopo a sinistra. Giunti a Purtud si parcheggia.

Indicazioni per Google Maps disponibili qui.

 

Avvicinamento:

Lasciata la macchina si seguono le indicazioni per il Bivacco Borelli attraversando pascoli e andando verso il bosco di Peterey. Appena usciti dalla foresta si passa nei pressi di una costruzione idrica e si prosegue lungo la sterrata lungo un valloncello delimitato dai monti Rouge a sinistra e Noire a destra. Si prosegue fino al bordo di un torrente e si risale lungo la destra orografica, ignorando le scorciatoie che dipartono dal sentiero, fino a oltrepassare una splendida cascata. Dalla cascata si prosegue a sinistra seguendo i segni gialli, ignorando i bollini rossi che proseguono a destra. Qui iniziano le prima balze rocciose (1890 m - 1h dal parcheggio).

 

Ferrata:

Il primo tratto della ferrata risale alcune rocce coricate e non presenta difficoltà. Terminano momentaneamente le catene lungo un canalino esposto ma non difficile. Si giunge quindi a un camino che si risale sfruttando gli ottimi appigli. Si prende quindi un tratto di sentiero non attrezzato con fondo friabile e un poco scivolo, quindi attenzione. Giungiamo a un secondo camino attrezzato più complesso del primo per la mancanza di appigli. Se si ha la pazienza di cercarli si possono individuare. Si giunge quindi alla prima scala di circa 5 metri, verticale ed esposta ma non difficile tecnicamente.

Ora si attacca un traverso esposto subito dopo aver aggirato uno spigolo con catena a sostegno e pioli di ferro per i piedi. Il passaggio è impegnativo e richiede assenza totale di vertigini. Si giunge quindi alla seconda scala da risalire. Giungiamo ora a un tratto esposto ma non difficile di sentiero attrezzato che risale una rampa rocciosa. Si giunge quindi al passaggio chiave: un secondo traverso inclinato, esposto e liscio in cui alcuni spuntoni rocciosi ci sono di sostegno per la difficile risalita. Si risalgono le ultime roccette attrezzate terminando la ferrata (1h dall'attacco - 2h dal parcheggio) e siamo vicini alla fine dell'itinerario. Si attraversa il valloncello detritico passando sotto la parete sud dell'Aiguille Noire de Peutere giungendo quindi al bivacco (40' dal termine della ferrata - 2h 40 dal parcheggio).

 

Discesa:

Il rientro avviene per il medesimo itinerario di salita, quindi la ferrata deve essere percorsa a ritroso (5h totali). Attenzione a percorrere la ferrata in discesa in particolare nell'ultimo traverso inclinato. Richiederà buona forza di braccia.

 

Note:

Questa ferrata pur non lunga non è da sottovalutare. L'ambiente, pur non essendo ad alta quota è impegnativo e i tratti ferrati sono esposti e in un paio di casi complessi. La catena non è tesa come forse sarebbe ideale (specie nei traversi) e questo sollecita e rende più difficile sicuramente l'attraversata. Percorrere con meteo stabile. In caso di cambio di meteo, la conca viene generalmente avvolta dalla nebbia.

 

Opportunità:

Questo tipo di escursione tende a prendere un intero giorno, visto l'impegno. Se si volesse combinare con un altro percorso attrezzato, potrebbe aver senso percorrere un itinerario facile (Ferrata Marguerettaz) oppure pernottare in zona e fare un altro itinerario lungo il giorno seguente, ad esempio la Ferrata al Rifugio Monzino, il Sentiero Attrezzato al Mont de la Brenva o il sentiero attrezzato al bivacco Boccalatte.

mood_bad
  • Non ci sono ancora commenti
  • chat
    Lascia una recensione
    Galleria Immagini
    Immagini Ferrata Bivacco Borelli. Le immagini inserite in relazione ci sono state inviate dagli utenti del sito. Se sei interessato a inviarci foto, utilizza il modulo a fianco oppure inviale nella nostra pagina Facebook.
    Inviaci una foto

    Hai percorso questo itinerario? Ci farebbe piacere inserire le tue foto. Inviacele e indicaci a quali tratti della ferrata corrispondono così le inseriamo nella relazione e nella sezione foto. Se desideri inviarci molte foto, ti consigliamo di utilizzare la nostra pagina Facebook.

    Inviando la foto accetto i termini e le condizioni

    Meteo
    Meteo Ferrata Bivacco Borelli in località Purtud (Aosta).

    Purtud (Aosta) meteo
    Webcam nelle zone adiacenti
    Webcam Ferrata Bivacco Borelli in località Casa Purtud - Courmayeur Alp.

    Webcam a Casa Purtud - Courmayeur Alp