• Federica Parodi
    15/09/2022 alle 00:15

    Percorsa l’11/9/2022 conducendo una sociale. Percorsa dalla Bocca di Brenta in direzione della Bocca degli Armi. Inutile dire che la ferrata si trova in ottime condizioni. Ferrata non impegnativa dal punto di vista tecnico e fisico, specie se ci decide di pernottare in rifugio. Lo sviluppo alterna tratti attrezzati dove occorre appoggiare le mani (passaggi non oltre il II) a tratti di semplice camminata. All’inizio della ferrata è presente una fonte d’acqua. Ambiente bellissimo e molto suggestivo specie il transito in prossimità del Campanile Basso (presenza di un crocifisso) e della Cengia Naturale che si trova a circa 2/3 del percorso. Nella discesa da Bocca degli Armi, e’ possibile aggirare la Vedr di Sfumini passando sulla destra orografica, tuttavia nella parte più bassa è inevitabile l’attraversamento di un tratto ghiacciato che richiede o calzatura adeguata che consenta di gradinare il ghiaccio o più prudentemente l’utilizzo di ramponi.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • fagupi
    12/09/2022 alle 20:58

    Il panorama è spettacolare, da lasciare senza parole. La ferrata è molto lunga ma in realtà è solo leggermente più faticosa di un’escursione normale, poiché ci sono lunghi tratti di semplice camminata (attrezzati o meno), e per il resto direi comunque che è di livello facile, che può essere fatta anche come prima ferrata.
    Dato il lungo avvicinamento, consiglio di pernottare in un rifugio in quota. Noi invece abbiamo preso il taxi jeep da Molveno fino al rifugio Croz dell’Altissimo, cammino fino al rifugio Pedrotti (3 ore), poi ferrata delle Bocchette Centrali, e per tornare al rifugio Croz abbiamo sceso la ferrata Spellini, che è corta ma decisamente più difficile e faticosa (comunque più facile in discesa che in salita, secondo me). In totale abbiamo impiegato più di 12 ore.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Riccardo Elyon
    06/09/2022 alle 12:12

    Domenica scorsa abbiamo fatto la ferrata delle bocchette centrali, io e i miei amici ci siamo divisi in due gruppi, uno è tornato indietro per via della stanchezza e l’altro ha affrontato la ferrata.
    Consiglio di pernottare al rifugio, e di non fare la ferrata subito dopo aver raggiunto il rifugio Brentei, noi però abbiamo ugualmente pensato di farla lo stesso giorno.
    Siamo partiti dall’attacco alle 16:30 e abbiamo finito alle 18:30, con gran amarezza e dispiacere abbiamo scoperto che di ferrata c’è n’era ben poco…
    Non fatevi ingannare dalle fotos ul web , se vi aspettate un sentiero divertente con passaggi tecnici cadete sicuramente in errore, la ferrata è presentata come una passeggiata a bordo del burrone, tuttavia quei tratti esposti sono di breve durata 10 minuti al massimo, la maggior parte del tempo è dedicata a più scalata di altissima intensità, composte per lo più da massi e gradoni che metteranno a dura prova le vostre gambe e il vostro fiato, sono presenti un paio di tratti dove è sprovvisto il cordino di sicurezza perciò fate molta attenzione.
    Indubbiamente dal punto di vista paesaggistico è la più bella, la vista delle Dolomiti unita alla nebbia che vi raggiunge e circonda le punte più alte è da mozzafiato.
    Per il resto una noia totale, non abbiamo fatto le bocchette alte e le ferrate nei dintorni, forse quelle sono più divertenti!!
    Se volete divertirvi n zona senza allontanarsi troppo consiglio: la pisetta, via delle acquile, signora delle acque, e la marangoni.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • luciano.fregni
    04/08/2022 alle 09:40

    Percorsa il 30/07/22 nel verso da Bocca di Brenta a Bocca dei Armi. Rispetto alla relazione (sempre ottima) di Ferrate365 confermo che l’inzio della ferrata è più a monte delle scale citate in relazione; si comincia con un traverso molto esposto, su cambre, per finire poi sulla cengia dove a sx si nota l’arrivo con le scale (ignoro se percorribili ancora o no). E’ segnalato anche da palina con cartelli (purtroppo non ho fatto foto). Via ferrata stupenda, percorsa in giornata assolata, priva di nubi, con viste spettacolari che si aprono ad ogni metro. Complici forse i cambiamenti climatici, non vi è traccia di neve lungo il percorso. Forse anche la Vedretta degli Sfulimini, a fine percorso, è più ritirata rispetto al passato, ne ho attraversata solo un pezzo (20/30 m. c.ca) con l’ausilio di ramponcini e bastoni, per poi scendere lungo il ghiaione sulla dx. Trafficata, ma mai eccessivamente, soprattutto nel verso opposto. Non può assolutamente mancare nel palmarès di ogni buon ferratista.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Lorenzo Schmid
    24/07/2022 alle 13:24

    Fatta il 10 luglio 2022! Paesaggi stupendi, vista sul campanil basso assurda.. Pensavo fosse più affollata essendo una domenica, ho trovato 15 persone circa durante il tragitto durato 2/2.30 ore circa! Difficoltà bassa ma con tanta esposizione! Percorsa dal rifugio pedrotti al rifugio alimonta
    Consigliatissima

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • a.vezzali
    22/07/2022 alle 17:18

    Percorsa il 20/7/22 con avvicinamento dal Rifugio Brentei su sentiero 318 fino alla bocca del Brenta .Attenzione che la ferrata inizia nella parete a sinistra prima della salita sul canalone.
    Nonostante sia la meta’ come lunghezza delle bocchette Alte e la quota raggiunta inferiore e l’impegno fisico sicuramente piu’ leggero,non sono da sottovalutare alcuni passaggi tecnici Dei due ritengo le Centrali piu’ “difficoltose” che le alte.
    Alcuni passaggi sono esposti e le funi non sempre sono presenti nei sentieri in cengia.
    Inutile dire che è una ferrata stupenda con panorami da rivedere mille volte.
    Il tratto finale si cala dalla cresta della bocca delle Armi con diverse scale (esposte). Noi abbiamo incontrato ghiaccio nel nevaio che chiude in discesa, ma “saltellando ” tra le varie racolte di sassi è percorribile anche senza ramponi (saranno 20 metri). Straconsigliata!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • alessiobeltrami.personal
    18/07/2022 alle 18:56

    Fatta il 10/07/2022. Nel suo complesso è panoramica e molto semplice da fare, ovvio il lungo avvicinamento può farla percepire faticosa, perché il dislivello iniziale non è immediato, però pernottando e al Rifugio Alimonta e facendo il giorno dopo le Bocchette Alte, direi che non è impegnativa. Se uno ha delle basi di arrampicata viene fluida e in sicurezza ci si diverte!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Matteo Peroni
    12/01/2021 alle 10:00

    Direi che questa è la ferrata piu bella che io abbia mai fatto.
    Si è praticamente divorati dalle dolomiti di Brenta con un susseguirsi di paesaggi che continuano a cambiare. Io e altri 4 pazzi l’abbiamo fatta in giornata partendo da Brescia. La prossima volta mi piacerebbe spezzarla perché comunque è un giro davvero piuttosto lungo ma mai difficile. Inutile dire che i pezzi piu iconici sono quelli piu spettacolari. Allego qualche foto. Vedere per credere.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Michele Grisafi
    20/09/2020 alle 01:52

    La ferrata è molto facile sebbene possa risultare lunga. Il paesaggio è mozzafiato e consente di apprezzare le dolomiti del Brenta nel loro pieno splendore. L’ho percorsa pernottando al Pedrotti ed arrivando all’alimonta.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Paolo Pajer
    07/09/2020 alle 10:14

    Paesaggisticamente incredibile. Il cospetto del Basso è mozzafiato.
    Tecnicamente poche difficoltà, se non il vuoto sotto.
    Purtroppo ho trovato un sacco di gente (sabato e bel tempo), con conseguenti code e incroci vari.
    Pernottando all’Alimonta si arriva in 40′ all’attacco. Da portare sempre ramponcini leggeri, il nevaio era a tratti ghiaccio vivo.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • bionduz.beavis
    03/09/2020 alle 23:00

    Ferrata semplice a tratti noiosa, continuo stacca e attacca dal cavo che nei tratti dove c’è è meno utile di quelli in cui non c’è. Paesaggio spettacolare.. fatta in giornata da Molveno e chiusa ad anello dal Pedrotti con la Spellini (praticamente 4 scale lunghissime) in 9 ore più le pause. Piuttosto stancante?

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Paolo Holzl
    30/08/2020 alle 08:15

    Senza dubbio la ferrata più bella che ho fatto fino ad oggi.
    Fatta ad agosto 2019.
    Paesaggi fantastici, nessuna particolare difficoltà tecnica, fatto salvo la camminata sul ghiacciaio con scarpe da ginnastica (in un punto in cui non si capisce bene dove prosegue il percorso), ed essersela fatta tutta in una volta (non sono problemi tecnici della ferrata, ma problemi mentali di chi l’ha fatta 🙂 ).
    La roccia è molto friabile ed è facile scivolare, in qualche punto esposto con tanta ‘ghiaina’, non sarebbe male avere qualche appiglio in più.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Roberto Librio
    17/08/2020 alle 09:00

    Sentiero attrezzato/ferrata bocchette centrali fatte il 26-07-20, partendo dal parcheggio di Vallesinella – Madonna di Campiglio – 1518m.
    Bellissima escusione lunga, ma tecnicamente non difficile.
    Giro fatto in senso antiorario, passando dal rifugio Casinei, poi dal rifugio ai Brentei, per arrivare alla bocca di Brenta – 2552m. da cui a sinistra parte l’attacco per il sentiero attrezzato-/ferrata delle bocchette centrali- quota massima 2830m. Alla fine si scende verso il bellissimo rifugio Alimonta da cui si diparte un sentiero che ci riporta verso il rifugio ai Brentei, permettendoci di chiudere l’anello e di tornare al parcheggio.
    Tempo complessivo con soste 8h30.
    Per chi volesse fare il percorso consiglio di prenotare in anticipo online il parcheggio di Vallesinella e di valutare in base alle condizioni se portare i ramponi per scendere dal nevaio presente prima del rifugio Alimonta.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • marcomanara27
    21/07/2020 alle 10:07

    Ciao a tutti, c’è una interessante variante sulle bocchette centrali del Brenta ( appena percorsa 18/07/2020 ) . C’è la variante “ Nicolini “ che senza scendere fino al classico attacco della prima scala, inizia subito alla bocca di Brenta e tramite una serie di staffe ( con cavo ) fa un bel traverso per immettersi sulla cengia dove arriva la scala dell’attacco classico / ciao

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • dario
    15/09/2019 alle 09:50

    La più panoramica e bella ferrata mai fatta!
    tecnicamente senza difficoltà ma bisogna fare molta attenzione ai tratti esposti non protetti da cavo (non sono pochi). Pernottando al rifugio brentei si arriva in 1 ora all’attacco e non ci si stanca troppo

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • tommy.pt76
    23/04/2019 alle 19:22

    Uno dei cult delle ferrate….paesaggi mozzafiato e ferrata bella senza difficoltà eccessive ma da non sottovalutare

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    09/03/2019 alle 20:53

    Fatta in un lungo giro nel Brenta anni fa. Difficile descrivere con le parole la bellezza del posto. Ferrata facile solo esposta in alcuni tratti. Piuttosto attenzione ai nevai se ghiacciati

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Sponsor
Sponsor