• valerio.verderosa-4169
    11/09/2021 alle 22:26

    Percorsa il 01/09/2021

    Premessa nr.1
    ATTENZIONE: NON è una ferrata per neofiti, il grado Difficile (3/5) lo merita tutto in quanto richiede parecchia forza nelle braccia sin dalla prima parete, probabilmente la più impegnativa delle 5 di cui è composta la via.

    Premessa nr.2
    Fate riscaldamento muscolare prima di salire, la via attacca in contropendenza e stanca da SUBITO!

    Tenuto debito conto delle premesse, la via parte con un breve traverso e poi su di braccia a go-go. La ferrata di Camoglieres è la tipica “alla francese”, ovvero con moltissima attrezzatura di staffe e cambre, necessarie perché in sovraesposizione continua, ogni parete ha fino a 4/5 tratti dove il muro ti “butta fuori” e devi ancorarti di braccia.

    Particolare attenzione è dovuta ai passaggi laterali, presenti sia nel primo che nel secondo troncone che richiedono un mix di forza e passaggi atletici per poter passare.

    Per questa via ritengo non opzionale ma OBBLIGATORIO avere una longe per consentire le dovute soste (NECESSARIE!). Se vi trovate in difficoltà, una longe sufficientemente lunga (vi consiglio di almeno 60cm) può consentirvi di abbassare la difficoltà di salita, ancorandovi alla staffa più in alto (se l’avete presa sottogamba e siete stanchi una mano non fa male).

    I primi quattro tronconi sono molto simili ma si può dire che la difficoltà, dovuta perlopiù allo sforzo fisico intenso, diminuisce progressivamente dal primo al quarto.

    Ponte tibetano: quasi un ponte tibetano tradizionale, si poggiano i piedi sui 2 cavi e non su assi/grate/piedi etc. Il ponte non è particolarmente alto da terra (a spanne credo 40m), ma è LASCO DA MORIRE! 🙂 Sopra il ponte praticamente si procede a passo di Tango, con la dovuta calma.

    Personalmente ho saltato la quinta parte a favore del ripido sentiero di salita alla vetta disponibile all’attacco del quinto troncone, scelta dovuta alla stanchezza e mancanza di energie (tonto io che non ho fatto colazione…). Il mio compare invece ha percorso anche l’ultimo tratto e mi ha confermato che è il più impegnativo dei 5, con altri tratti in sovraesposizione, nel momento in cui le braccia sono già stanche.

    Il sentiero di discesa è parecchio ripido e pieno di pietre, il che rende molto noiosa e rallentata la discesa (occorre fare attenzione ad ogni passo).

    Da fare se si è ben allenati, non alle prime armi. Non si arrampica quasi mai, per gli amanti dell’arrampicata tecnica ma non di forza non la consiglio, vi annoiereste. Nel complesso comunque piacevole e dona soddisfazione al termine, panorama molto bello.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Alessandro
    28/02/2020 alle 11:52

    Ferrata molto bella e altrettanto faticosa per le braccia.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Mescalero
    16/05/2019 alle 12:37

    Come previsto … fisicamente impegnativa, ma molto bella e varia !
    Mi è stato molto utile l’avere la daisy (usata bene in sicurezza!) per poter ogni tanto riposare le braccia …

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    10/04/2019 alle 21:57

    Bella e divertente questa via. Carini i ponti. Il tratto in strapiombo fa una certa impressione ma alla fine le molte cambre aiutano e si risale.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione