• valerio.verderosa-4169
    28/08/2021 alle 18:09

    Salita effettuata il 22/08/2021
    Batteria Bassa: OK
    Batteria Alta: OK
    Cresta Perona: Chiusa

    Come anticipato sopra, la ferrata Perona situata sulla cresta dello Chaberton è ancora chiusa, per cui ci siamo limitati alle due Batterie. Ad ogni modo, partendo dal parcheggio del ponte alle 10:30 come abbiamo fatto, non avevamo molte alternative (per l’intero percorso conviene partire da valle al massimo alle 8:00, onde evitare di ritirarsi a tarda sera, anche quando la Perona sarà riaperta).

    Batteria Bassa: molto bella ed arrampicabile almeno al 95%, l’abbiamo apprezzata molto soprattutto per questo fattore. Alcuni passaggi atletici e qualche strapiombo, da prendere con le molle per i neofiti e per chi soffre di vertigini, ma non abbiamo rilevato passaggi difficili (direi massimo un 4a). Vi sono comunque diverse coincidenze con il sentiero di discesa da usare come vie di fuga, così come l’incrocio della vecchia statale del Monginevro appena dopo il ponte.

    Batteria Alta: anche questa molto bella ed arrampicabile, stesso dislivello della Bassa (circa 300m in salita) ma più corta la ferrata, divisa in due tronconi, rimane una mezzora di salita nel sentiero se si vuole arrivare all’insediamento militare sito a 2185m (se volete fare un giro all’interno portatevi una torcia, quella dello smartphone non è sufficiente).

    Consiglio quest’ultima salita per il panorama (stupendo) e per scendere lungo il sentiero verso Ovest che porta al centro di Claviere. Se la discesa (decisamente ripida!) non vi ha stancato, potete allungare verso Ovest di 15min ed arrivare al santuario della Madonnina di Claviére, da cui rimangono solo 10min di discesa in paese (ottima scusa per un aperitivo al fondo della giornata!).

    Per quando sarà riaperta la Perona, faccia attenzione chi voglia salire le 3 vie complete, bisogna partire presto e fare le dovute pause, dalla Batteria Alta all’attacco della Perona ci sono almeno 2,5h di salita ripida, più tutta la scalata in cresta (non si può arrivare stanchi, piuttosto meglio ridiscendere quando possibile).

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • pardini.engineering
    05/07/2021 alle 11:53

    03/07/2021
    Ciao a tutti,
    faccio solo un brevissimo intervento.
    La ferrata BATTERIA BASSA è attualmente aperta, ben attrezzata, difficoltà moderata, ci solo alcuni punti verticali (non molti), ma non ci sono punti aggettanti ovvero con pendenza negativa. L’esposizione è limitata, qualche parete verticale, molti traversi, pochi spigoli
    La ferrata BATTERIA ALTA è attualmente aperta, ben attrezzata, difficoltà moderata, poche verticalità, nessun punto aggettante, molti traversi. L’esposizione è limitata. Questo vale anche per il brevissimo tratto successivo, che ha solo un passaggio un po’ verticale.
    La ferrata CRESTA SUDEST è attualmente CHIUSA, purtroppo la neve/disgelo ha danneggiato alcune parti che devono essere riparate. Ho chiesto alle guide del Ponte Tibetano, parlano di almeno un paio di settimane per ripristinare il sentiero. Comunque consigliatissimo chiamare le guide prima di intraprendere l’escursione.
    Consiglio: il dislivello è tanto, parliamo di circa 1.500 metri, per cui si rischia di arrivare all’attacco della ferrata di cresta già stanchi. Questo non deve avvenire, per cui è consigliatissimo di partire prestissimo di mattina, fare le giuste pause, in modo da arrivare a 2.700 m (dove mostrato in foto) con le forze necessarie a farsi ancora 400 metri di dislivello in ferrata.
    Poi c’è tutta la discesa, lungo la via normale, turistica banale come difficoltà ma lunghissima.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Mescalero
    16/07/2019 alle 21:32

    13 luglio 2019
    Sintetizzo bellissima esperienza, molto impegnativa per il mio fisico da 62enne non rassegnato…
    Partenza 8.30 (già in ritardo sul previsto!)
    1) Ferrata da Claviere (partenza vecchia strada) a Batteria Bassa, fatta in precedenza e semplice per me, già “ferrato di ferrate”: 1 ora
    2) Ferrata da Batteria Bassa a Batteria Alta, incluso parti in sentiero, alcuni passaggi impegnativi : 1 ora 20 min
    3) Sentiero da Batteria Alta al colletto erboso della Portiola, sotto il sole anche se ventilato, abbastanza stancante: 1ora 30min
    4) Ferrata Cresta Sudest, decisamente alpinistica, solo cavo di sicurezza, quindi si arrampica quasi sempre, “appendendosi” al cavo solo in punti oltre le mie capacità… lunga, considerando l’altitudine, sembrava non finire mai vedendo le torri dei cannoni in lontananza, ma alla fine eccoli di nuovo li come li avevo lasciati l’ultima volta, anche se un pò più rovinati dal tempo e dai turisti, in mezzo alla solita neve nelle parti in ombra: 1ora 50min
    5) dopo pausa panoramica e rifocillamento (bicchiere di vino incluso…), rientro dal sentiero normale lato Monginevro/Sette Fontane e rientro a Claviere, si scende per inerzia: 2ore 40min

    La parte di ferrata su cresta sudest ha tutti i supporti al loro posto; in un punto, quasi sotto la vetta, qualcuno ha messo anche una corda di congiunzione tra un tratto di cavo ed il successivo a 3m circa in orrizontale, ma tutto sommato la ritengo in sicurezza.
    Chiaramente, vista la natura friabile delle rocce, è soggetta a controlli e manutenzioni, ma al momento non ho visto pericolo di “caduta massi”.
    Ovviamente non adatta a tutti, ma la selezione è automatica nei tratti precedenti…
    Grazie a chi l’ha attrezzata e a chi la manterrà in auge!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    10/04/2019 alle 21:56

    Via stupenda, lunga, impegnativa il giusto. Molto bello l’ambiente veramente di alta montagna.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione