• silvio.francescon
    25/08/2022 alle 19:19

    Ferrata molto bella tecnicamente e molto interessante sul piano paesaggistico e ambientale. Il primo tratto è impegnativo, mai proibitivo, va letto e affrontato con semplici tecniche di arrampicata, l’aiuto del cavo semplifica la progressione. Un diagonale poi particolarmente esposto può sorprendere, ma nulla che possa impensierire chi ha un minimo di esperienza. La via è in sufficiente stato manutentivo, presenta delle discontinuità e va prestata l’ attenzione che serve nei tratti non attrezzati. Abbondano le vie di fuga, il sentiero di discesa ha il cavo di sicurezza. Per le grotte molto utili le torce. Prendersi tutto il tempo che serve per vivere l’esperienza!!!! da rifare!!!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Stefano Turchi
    20/07/2022 alle 18:02

    Percorsa il 20/07/2021 godendo della casuale compagnia di Mario il “re” delle ferrate, un simpaticissimo signore che impiega i giorni della pensione per percorrere tutte le ferrate delle Alpi (e non solo)!
    La ferrata delle trincee è un itinerario grandioso che si articola sulle creste che si affacciano sulla Nord della Marmolada. La ferrata di per sé è semplice, forse più un sentiero attrezzato che una via vera e propria. Tuttavia menzionerei tre eccezioni a questa affermazione. La prima è la verticale iniziale più adrenalinica che realmente complessa. C’è solo un punto (intorno al terzo fittone) in cui si deve andare su in aderenza senza indugi; dopo di questo la difficoltà si riduce molto anche se l’esposizione rimane considerevole. La seconda è costituita dalla torre dell’Eremita. La salita è ripida ma semplice, la categorizzerei come una “moderatamente difficile” aerea ed esposta: la roccia è sempre generosa e si completa ascesa e discesa in circa 15 minuti. La terza è rappresentata dai balzi verticali a scendere che richiedono quel minimo di concentrazione in più rispetto ai normali sentieri attrezzati.
    Detto questo, la Trincee rimane un itinerario che non può mancare nella saccoccia del ferratista. Vi troverete addirittura a percorrere gli oscuri cunicoli (portate la torcia! Quello che precede il bivacco è decisamente lungo e pieno di via secondarie) che mettono in comunicazione le famose trincee. Un’esperienza incredibile.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Armando
    11/07/2022 alle 08:14

    Percorsa il 10 Luglio 2022 nella giornata del lutto della Marmolada. Ferrata bellissima e panoramica con vista eccezionale sia sulla Marmolada che sul Sella e cime limitrofe. Ripida ascesa con non molti appigli ma fattibile in quanto ancora freschi si ha la forza per salire la prima parte che è la più impegnativa. Il resto solo tanta bellezza, da godersela, saliscendi mozzafiato da gustare! Al Bivacco Botandini la ferrata finisce con stupenda veduta sulla Marmolada. Da fare assolutamente!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • cristianpaparoni
    05/07/2022 alle 00:55

    Spettacolare ferrata sia per il buon livello tecnico richiesto che per l’esposizione di alcuni tratti che per il paesaggio molto variegato e suggestivo. A livello paesaggistico non ci sono eguali mentre a livello tecnico siamo a livelli di medio-alta difficoltà ma esiste anche di meglio. Ne ho percorsa circa metà attaccando dal lato di Porta Vescovo, poi ho salito la verticalissima e breve ferrata che porta in cima a Torre dell’Eremita e poi sono scesa per una via di fuga che ricongiunge con il sentiero a mezza costa che riporta a Porta Vescovo per poi tornare e Passo Fedaia da dove sono partito. Avvicinamento ripido ma fattibile e con ottima visuale sulla Marmolada. Ferrata difficile nel primo tratto e poi di semplice-media difficoltà. Si arriva in cima alla Mesola tramite una bellissima cresta. A metà si incontrano le famose trincee e postazioni di guerra in quota. Paesaggio formidabile. Consigliata fortemente.

  • Simone Nale
    27/06/2022 alle 14:52

    Percorsa almeno 3 volte, una volta superato l’attacco le difficoltà diminuiscono notevolmente.
    Il muretto iniziale di crica 20 metri, liscio, senza appoggi e che spancia un po’ è selettivo.
    A volte si creano lunghe code all’attacco per gente che si fa prendere dal panico e quindi si blocca.
    Consiglio di partire quando quelli davanti hanno superato completamente il muro: si deve fare convinti ed in velocità altrimenti si rischia di bruciarsi le braccia e ghisarsi di brutto.
    Il resto della ferrata diventa aereo e a picco su Arabba quando si sta in cresta. Una volta raggiunto il ponticello sospeso si scende tranquillamente.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • 93.deluxe
    09/09/2021 alle 21:38

    Avvicinamento a piedi dal lago Fedaia; non saprei se consigliarla ad un neofita anche se con un po’ di trazione sul cavo si riesce a salire la famosa parete del primo tratto. Per il resto la ferrata è arrampicabile e prosegue sulla sommità con vari su e giù dai torrioni terminando con delle gallerie nelle quali meglio portare con sé una pila. Discesa al Padon per poi tornare comodamente su sentiero con vista privilegiata su sua maestà Mamolada. Questa ferrata l’ho trovata tecnica durante la salita iniziale (4/5 stelle) per poi ridimensionarsi una volta raggiunte le creste(2/3 stelle); a me è piaciuta molto e l’ambiente circostante non ha bisogno di presentazioni, semplicemente fantastico.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • cristina.valbusa
    22/08/2021 alle 07:14

    Percorsa con grande piacere il 14 agosto. In zona Eremita, per proseguire la ferrata, al bivio si prende il sentiero che sale su mulattiera sostenuta da massicciata, ben segnato. Alla fine delle attrezzature di questo tratto ci si trova sopra dei pascoli dove dipartono varie tracce: se si segue verso dx restando in quota si compie un giro ad anello e si ritorna all’Eremita; per proseguire la ferrata è invece necessario perdere quota tra l’erba per poi tenere la dx ed arrivare ad una selletta con un rudere in pietra dove finalmente si reincontrano indicazioni. Da qui il sentiero è in cresta. Consiglio, una volta giunti al finale bivacco Bontadini, di fare un ultimo sforzo e raggiungere in una decina di minuti la panoramica cima Mesolina.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • checcocene03
    05/08/2020 alle 09:10

    Molto bella sopratutto la parte iniziale paesaggi bellissimi sopratutto guardando la Marmolada, unica pecca è parte delle trincee poco segnata la prima parte e noiosa

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • fernando.facca
    11/09/2019 alle 21:56

    Questa è stata la mia prima ferrata, all’attacco della parete verticale ricordo di aver detto agli altri “e io dovrei salire li sopra?” poi tutto è andato per il meglio,molto bella e panorami bellissimi

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • crsdavide
    15/07/2019 alle 17:56

    Ferrata impegnativa in pochi tratti brevi, l’attacco e la variante (per chi la vuole fare, ma ne vale decisamente la pena). E’ la mia terza ferrata e posso dire di essermi davvero divertito. Panorama incredibile.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • billogila
    23/06/2019 alle 22:40

    At the first 20m from the attach of the ferrata I sincerly thought : today I wrong place. Then it became interesting and with affordable difficulties. Please keep in mind that it starts in the shade (morning) and the rock today was wet in certain places (23-06-19).
    Very distinctive scenary. The view was very pretty on the crest.
    There is a new section which takes you up to an “eremit” tower.
    On the way up it resamble the difficulties of the via. But on the way down,it put me in a slight disconfort due to the vertical wall and not many places where to climb my way down.
    But this kind of rock is very rough and I descended by the grip of my boots and with the help of the cable.
    After this tower it changes mood. Bit boring.
    I started to realize that this was not made for sporty mountaneers but for mountaneers who where using it daily for war and that the via is more than 100y.o. …old style.
    The tunnels have a very emotional impact if you stop to reflect. It’s an important heritage.

  • Alessandro Iotti
    23/06/2019 alle 21:50

    La Ferrata non mi ha fatto impazzire. Voto 7 ai primi 40 minuti e alla Torre dell’Eremita. Il resto è un lungo saliscendi senza veramente essere appagante. Voto 10 invece al panorama che spazia a 360 gradi sulle principali vette delle Dolomiti circostanti!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Scott Ribes
    21/09/2018 alle 07:09

    Ho effettuato questa ferrata due anni fa. La prima ferrata dolomitica ed ancora ho vivo il ricordo per la bellezza dell’itinerario. Avvicinamento faticoso. Primi 20 metri molto complicati dove il cavo è quasi sempre necessario, poi passato questo ostacolo è un piacevole saliscendi con un panorama MOZZAFIATO per l’intera durata del percorso. Personalmente son tornato al rifugio Fedaia a piedi. E son se non ricordo male un paio di orette abbondati dalla fine della ferrata. Se dovessi fare una classifica, la trincee entra mi diritto nella mia top 3

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Sponsor
Sponsor