• giovanni zaneto
    15/09/2020 alle 12:18

    Ferrata da farsi mattina presto prima dell’arrivo del sole per evitare una insolazione. Si parcheggia l’auto dietro il cimitero e seguendo le indicazioni si sale il sentiero mantenendo la destra e superando a sinistra la palestra di arrampicata . Inizia subito verticale permettendo di valutare la difficoltà ed eventualmente rinunciarvi. Impianto impeccabile su tutta la lunghezza , con elevato numero di cambre sui tratti verticali e taluni anche sugli orrizontali. Sia i tratti orrizontali sia i verticali non consumano le forze delle braccia anche se non è da sottovalutare la difficoltà tenendo sempre alta l’attenzione in avanzamento. La salita impegna per circa 1 ora e 30 minuti e risulta molto appagante per il panorama che si vede verso il basso e sulle montagne di fronte. Diversi sono i punti per eventuali soste. Utile per allenamento per affrontare salite più complesse. All’uscita è segnalato il percorso di rientro al punto di partenza a Villa Santina raggiungibile in circa 30 minuti scendendo sulle scorciatoie della mulattiera che collega Villa Santina a Lauco.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • federico.79
    14/08/2020 alle 17:56

    Bella ferrata con avvicinamento facile. Totale percorso 3 ore e 30 min

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • ghostpat31
    14/06/2020 alle 06:16

    Magnifica anche se non raggiungi una cima con una croce, e davvero molto entusiasmante e ti tiene sotto parecchio.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • pandrake
    13/06/2020 alle 23:20

    Bella ferrata recente con attrezzature nuove e in ottimo stato. Il versante è totalemente esposto a sud e, a tratti, riparato dal vento: consiglio vivamente di fare al mattino nella stagione calda.
    In caso di piogge in zona, aspettare almeno due giorni di sole per dar modo alla cascata del Radime di andare in secca. In caso di roccia bagnata il percorso diventa insidioso e pericoloso. Questo fatto, a mio avviso, giustifica la sovrabbondanza di cambre e attrezzature.
    Percorsa oggi, dopo due giorni di vento e sole dall’ultima pioggia intensa, ho trovato ancora trasudamenti di acqua dalla rocce e alcune pozze, a testimonianza del fatto che la montagna scarica.
    Tragitto sempre parecchio esposto, bel panorama.
    Parzialmente arrampicabile. Vista l’abbondanza di punti di ancoraggio, nel caso si disponga di longe non elastica, può essere sufficiente anche una lunghezza tra i moschettoni di 1 m, perchè si trova sempre dove ancorarsi nelle transizioni di cavo. Quasi zero avvicinamento, mentre il rientro è un po’ più lungo e fastidioso.
    Suggerisco di combinare, come ho fatto io, con la ferrata intitolata al Tenente Ruffano al Rio degli Uccelli a Pontebba, ad appena 30′ di statale.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Vincenzo
    10/05/2020 alle 15:18

    Per scaldarsi come inizio stagione va bene. Da non fare, secondo me, in estate poiché è in battuta di sole e diventa impegnativo. Molto aerea e molte staffe . Diciamo che per cominciare non è malaccio.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

    • ghostpat31
      14/06/2020 alle 06:18

      Io ho fatto ad esempio la senza confini e mi e piaciuta più questa

  • Ettore Trevisiol
    27/12/2019 alle 09:43

    Ferrata molto staffata, ma nel complesso divertente e soddisfacente. Richiede un minimo di preparazione fisica per alcuni brevi tratti. E’ esposta in quasi tutta la sua percorrenza quindi la sconsiglierei come prima ferrata a meno di altre esperienze in montagna dove l’esposizione è presente. E’ percorribile in tutte la stagioni vista la bassa altitudine e l’esposizione a sud.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Sergio Vecchi
    18/12/2019 alle 09:00

    Ferrata bella, molto staffata ma comunque carina, esposta. Ideale nelle mezze stagioni e nelle giornate soleggiate nei mesi freddi

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Galleria Immagini
Immagini Ferrata la Farina del Diavolo. Le immagini inserite in relazione ci sono state inviate dagli utenti del sito. Se sei interessato a inviarci foto, utilizza il modulo a fianco oppure inviale nella nostra pagina Facebook.
Sponsor
Inviaci una foto

    Hai percorso questo itinerario? Ci farebbe piacere inserire le tue foto. Inviacele e indicaci a quali tratti della ferrata corrispondono così le inseriamo nella relazione e nella sezione foto. Se desideri inviarci molte foto, ti consigliamo di utilizzare la nostra pagina Facebook.

    Inviando la foto accetto i termini e le condizioni

    Meteo
    Meteo Ferrata la Farina del Diavolo in località Vilal Santina (Udine).

    Vilal Santina (Udine) meteo
    Sponsor
    Webcam nelle zone adiacenti
    Webcam Ferrata la Farina del Diavolo in località Tolmezzo.

    Webcam a Tolmezzo