• Armando
    24/08/2020 alle 08:43

    Bella ferrata, partito da baita Cuz, ho avuto difficoltà a trovare l’attacco in quanto non ho trovato indicazioni, l’ultimo nella strada bianca dopo l’impianto di risalita. Ritratterei questa ferrata come difficile, ci sono dei passaggi impegnativi anche se non impossibili. Ho trovato un piolo staccato in un punto non rilevante. Sempre panoramica, spesso in verticale, le scalette strapiombanti e la parte finale impegnativa ma bella! Discesa altrettanto bella attrezzata bene.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Paolo Pajer
    28/07/2020 alle 20:04

    Bellissima ferrata, con avvicinamento breve dalla cabinovia del Ciampac (nota: ci sono pochi segnali, per fortuna avevamo davanti una guida che conosceva il sentiero).
    Facendola presto, verso le nove, si resta in ombra per un bel tratto, con la roccia umida o bagnata.
    Cavi quasi tutti ben tesi.
    Un paio di scalette strapiombanti molto divertenti.
    L’ultimo tratto, quello nuovo, è da fare in scioltezza, c’è un breve traverso da fare in aderenza che chiede piede saldo e braccia sicure.
    Il rientro è rilassante, anche se il primo tratto non è da fare alla leggera.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Jindrich Kolar
    26/09/2019 alle 08:20

    https://youtu.be/__0Gum5v7Ks
    If you are interested – whole track in 360 video

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Matteo Buldro
    18/08/2019 alle 01:10

    Percorsa il 16/08/19 l’ultimo tratto è stato modificato qualche mese fa, non si percorre più il camino che porta alla cresta ma il nuovo tracciato va sulla sinistra con un breve traverso e un tratto verticale povero di appigli da fare in aderenza. Il tratto più impegnativo della via è, senza dubbio, diventato questo. Per il resto bell’itinerario estremamente panoramico, discesa da un canalone prevalentemente attrezzato ma senza difficoltà.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • marcomelioli
    15/03/2019 alle 00:53

    Ferrata percorsa in luglio con ancora della neve lungo il percorso, l’itinerario si sviluppa in un ambiente abbastanza ostile. Anche se non esageratamente difficile, la presenza continua di sassi e pietre la rende una ferrata non da tutti. Presa la funivia l’avvicinamento risulta breve, anche se ancora innevato. La ferrata: dopo un primo tratto piacevole è presente una lunga placconata inclinata, che risulta essere bagnata dai numerosi nevai che si sciolgono, dove la progressione risulta complicata e bisogna prestare molta attenzione. Il cavo era in un punto ancora sotto la neve, è stato necessario staccarsi e procedere qualche metro non in sicurezza. Poi una lunga serie di cambre anche leggermente strapiombanti porta alla seconda parte, molto più piacevole, arrampicabile, in un contesto ambientale fantastico. Ripeto, attenzione ai sassi. Questa è la ferrata con più sassi che io abbia mai visto! Quasi impossibile non smuoverne, massima attenzione. Il ritorno è attrezzato e molto ripido, ma si sviluppa in un ambiente fantastico. Ferrata che consiglio, ma è bene accertarsi prima che sia sgombra da neve.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Scott Ribes
    21/09/2018 alle 07:19

    Premetto che forse questa mia recensione non fa molto testo in quanto ho effettuato la ferrata che ero di qualche kg in sovrappeso, con i piedi distrutti dalle vesciche e con la pioggia che ha iniziato a cadere dopo un repentino cambio di meteo, MA non mi sento di dire che questa sia una delle mie ferrate preferite principalmente per un motivo: la friabilità della roccia. È un costante smuover sassi e non ho mai avuto la sensazione di tranquillità in quanto c’era sempre un costante movimento roccioso. In più aggiungiamo che l’ho fatta ad inizio stagione dove parte del cavo era ancora coperta dalla neve e che appunto non ero in formissima 🙂 vorrei effettuarla nuovamente in un diverso stato di forma anche se non ha passaggi complicati come ferrata. Personalmente ho trovato la discesa non banale in quanto forse in un paio di punti un cavo non avrebbe fatto malissimo. Vista dalla cima stupenda.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Galleria Immagini
Immagini Ferrata dei Finanzieri al Colac. Le immagini inserite in relazione ci sono state inviate dagli utenti del sito. Se sei interessato a inviarci foto, utilizza il modulo a fianco oppure inviale nella nostra pagina Facebook.
Sponsor
Inviaci una foto

Hai percorso questo itinerario? Ci farebbe piacere inserire le tue foto. Inviacele e indicaci a quali tratti della ferrata corrispondono così le inseriamo nella relazione e nella sezione foto. Se desideri inviarci molte foto, ti consigliamo di utilizzare la nostra pagina Facebook.

Inviando la foto accetto i termini e le condizioni

Meteo
Meteo Ferrata dei Finanzieri al Colac in località Canazei (Trento).

Canazei (Trento) meteo
Sponsor
Webcam nelle zone adiacenti
Webcam Ferrata dei Finanzieri al Colac in località Alba - Colac.

Webcam a Alba - Colac