• Leonardo Bona
    17/09/2020 alle 10:57

    Ferrata divertente con alcuni punti non banali. Possibilità di evitare la parte finale, più complicata della parte precedente, deviando per il rifugio Giussani. La cima della Tofana di Rozes è raggiungibile eventualmente anche attraverso la via normale (non ferrata), la stessa che si percorre scendendo dalla cima verso il Giussani.
    È un itinerario lungo e impegnativo quindi è indispensabile prendersi l’intera giornata.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • dappaster
    07/08/2020 alle 16:14

    Ascesa compiuta il 30/07/2020 con buone condizioni meteo.
    Condizioni della ferrata in generale buone, ho trovato diversi punti bagnati per la presenza di piccole cascate, piccolissime sorgive o a causa delle intemperie (fino al giorno precedente aveva piovuto).

    Il mio punto di vista sulla difficoltà:
    Ho trovato la prima parte della ferrata (fino al bivio Giussani – Cima) abbastanza facile dal punto di vista tecnico. A mio parere una persona che si senta a suo agio in questo tipo di ambiente, con un minimo di preparazione atletica, può percorrerla molto agevolmente. Sono presenti alcuni tratti dove la roccia è un po’ scivolosa per via dell’usura e della presenza di acqua. Ci sono pochi passaggi verticali ed in generale la salita è poco impegnativa.
    Fino a qui non è richiesto un grosso impegno fisico.
    La seconda parte della ferrata presenta difficoltà tecniche ed un dispendio di energie più elevati. Ci sono diversi passaggi verticali ed anche qui ho trovato tratti con roccia scivolosa, in particolare sui punti di passaggio verticale obbligatori.
    Usciti alla targa posta alla fine della ferrata (poco sopra i 3000mt) la fatica si fa sentire.
    Se si decide di salire da questo punto fino alla cima della Tofana di Rozes, il percorso procede su una sorta di ghiaione/ pietraia friabile ed abbastanza inclinato, con la possibilità di dover attraversare anche nel periodo estivo brevi tratti innevati o ghiacciati.

    La discesa dalla cima fino al Rifugio Giussani non presenta particolari difficoltà tecniche, la traccia del sentiero non è sempre evidente ma è facilmente intuibile. È richiesto un buon controllo delle gambe per la presenza di ghiaione, rocce smosse o scivolose e qualche piccolo salto di roccia.

    Paesaggisticamente il percorso è sensazionale e merita abbondantemente la fatica che richiede. Consiglio di documentarsi sulla storia del gruppo delle Tofane durante la prima guerra mondiale prima di compiere l’ascesa, in particolare per quanto riguarda la Tofana di Rozes e la galleria del Castelletto.

    Reputo realistiche le tempistiche indicate se riferite ad una persona con moderata esperienza di vie ferrate e una buona preparazione fisica.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Maurizio Bonomo
    30/06/2020 alle 16:56

    30/06/2020 Ferrata fatta l’anno scorso lunga ma con dei panorami sulla Val Travenanzes e dalla cima stupendi , da mettere in lista assieme alla Olivieri Punta Anna , le Tofane non deludono …

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Andrea Lupini
    13/08/2019 alle 10:25

    Escursione magnifica!

    Fino alle 3 dita mi trovo allineato con quanto scritto nella relazione, facendo una piccola polemica: a circa metà della ferrata si arriva ad un punto dove non è ben indicata la prosecuzione dell’itinerario e si continua verso una cengia molto esposta, priva di cavo e che porta ad un vicolo cieco: pericolosissimo!

    Arrivati alle 3 dita, abbiamo deciso di salire in cima: qui la difficoltà della ferrata descritta nella relazione è assolutamente riduttiva. Tutta in verticale, tutta esposta ed un paio di passaggi assolutamente privi di appigli su cui salire unicamente di braccia (senza considerare che dopo 6 ore di escursione la lucidità inizia a venire meno).

    Al termine della ferrata ci siamo letteralmente trascinati fino in cima, stremati dalla difficolta dell’escursione che porta via veramente molte energie. La soddisfazione per aver raggiunto la croce di vetta è impagabile.

    Discesa impegnativa e segnalata davvero male.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • zedred
    05/08/2019 alle 17:42

    Percorsa in giornata il 20/07/2019 con partenza dal Dibona abbastanza tardi….avvicinamento non particolarmente estenuante anche se non brevissimo. Ferrata nel complesso priva di passaggi tecnici, ampiamente arrampicabile senza l’uso del cavo. Ambiente MAESTOSO e SPETTACOLARE durante tutto il percorso, possibilità di raggiungere la soddisfacente vetta della Tofana di Rozes con panorama a 360°.
    Come recita la relazione la difficoltà maggiore è data dalla lunghezza dell’intero percorso, da tener presente soprattutto perchè se vogliamo la parte più “tecnica” della ferrata è concentrata nell’ultimo tratto che porta all’anticima. Terminati i tratti attrezzati e giunti quindi in vista della piramide sommitale se avete ancora energie ed il tempo lo permette percorrete l’ultimo tratto fino alla cima (30/45min).
    Il rientro fino al Giussani lo ho trovato un po scomodo per via della mancanza di una traccia ben precisa e per la presenza di alcuni residui nevai su cui non abbassare la guardia. Agevole il sentiero di rientro dal Giussani al Dibona.
    La mia considerazione personale è che la ferrata in se sia percorribile un po da tutti con un minimo di conoscenza del comportamento da tenere, se avete buon allenamento è percorribile (con discreto impegno di enrergie) in giornata, se invece siete alle vostre prime ferrate o non vi sentite particolarmente in forma meglio aloggiare al Dibona e partire la mattina presto; la ferrata può essere fatta anche aiutandosi sul cavo e non mi è sembrata mai particolarmente esposta…se vi trovate in difficoltà considerate che a 3/4 della ferrata c’è la possibilità di usscire e raggiungere il Giussani senza percorre il tratto più difficile della Lipella fino all’anticima. (Non avendo però percorso questa deviazione non saprei dire quanto lungo sia il sentirero che vi porta al rifugio).

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • mirkomarcolini
    15/07/2019 alle 12:21

    fatta il 13/07/2019 bellissima in ogni parte … la galleria iniziale, tutta la ferrata e lo scenario mozzafiato. Complessa ma piacevolmente arrampicabile senza particolari problemi. Le parti più stancanti sono sicuramente il tratto dalla fine ferrata alla cima e la discesa fino al Giussani. Possibilità di presenza di lingue di neve

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • marcomelioli
    28/05/2019 alle 02:06

    Straordinaria, entusiasmante in tutta la sua durata. Avvicinamento non breve e alla randa del sole, ferrata molto lunga in un contesto bellissimo, arrampicabile, mai troppo difficile. Suggestiva la galleria iniziale. Potrebbe essere bagnata in alcuni tratti, causa disgelo. Consiglio di partire alle prime ore del mattino, altrimenti potreste trovarvi decine e decine di persone lungo il percorso (noi abbiamo dormito al Dibona per essere pronti all’alba). Portare tanta acqua e crema solare. Finita la ferrata se si vuole raggiungere la cima della tofana potrebbero essere necessari i ramponi. La discesa è ripida, molto lunga e con alcuni nevai da attraversare. A mio avviso è una delle escursioni più belle nell’intero panorama dolomitico!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • tommy.76
    24/04/2019 alle 12:47

    Lunga lunga ma in ambiente mozzafiato….stancante per la lunghezza ma senza passaggi complicati…per chi va in zona consiglio un pernottamento al rifugio Giussani in posizione magnifica e con possibilità di unire altre ferrate in zona….dalla fine della ferrata alla vetta c’è ancora un po’ da camminare ma la vista ripaga alla grande

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Alessandro Iotti
    19/08/2018 alle 20:39

    Escursione magnifica per paesaggio e passaggi. Una delle più belle che abbia mai fatto. La ferrata non è mai troppo difficile e solo un paio di passaggi richiedono maggiore sforzo altrimenti il livello di difficoltà è medio. Itinerario lungo per dislivello e durata. Piuttosto ostico il rientro per la normale, non segnata benissimo e umida con alcuni passaggi scivolosi da non sottovalutare.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Galleria Immagini
Immagini Ferrata Lipella alla Tofana di Rozes. Le immagini inserite in relazione ci sono state inviate dagli utenti del sito. Se sei interessato a inviarci foto, utilizza il modulo a fianco oppure inviale nella nostra pagina Facebook.
Sponsor
Inviaci una foto

Hai percorso questo itinerario? Ci farebbe piacere inserire le tue foto. Inviacele e indicaci a quali tratti della ferrata corrispondono così le inseriamo nella relazione e nella sezione foto. Se desideri inviarci molte foto, ti consigliamo di utilizzare la nostra pagina Facebook.

Inviando la foto accetto i termini e le condizioni

Meteo
Meteo Ferrata Lipella alla Tofana di Rozes in località Cortina d'Ampezzo (Belluno).

Cortina d'Ampezzo (Belluno) meteo
Sponsor
Webcam nelle zone adiacenti
Webcam Ferrata Lipella alla Tofana di Rozes in località Tofana di Rozes e Tofana di Mezzo.

Webcam a Tofana di Rozes e Tofana di Mezzo