• piccozzaintesta
    02/05/2022 alle 12:48

    Quando si dice la fortuna. Arrivati al ‘parcheggio’ (slargo per 3-4 macchine) abbiamo trovato 3 locali che andavano a fare la ferrata di sinistra e che MOLTO gentilmente ci hanno fatto da guida. Senza di loro già trovare l’attacco della ferrata sinistra non sarebbe stato facile. Terminata la ferrata breve e abbastanza facile c’è una prima calata sulla destra (basta 1 corda da 60m). Terminata questa calata fossimo stati soli sarebbe stato davvero problematico trovare la 2a calata. Terminata la prima scendere tenendosi sulla destra. L’anello di calata è parecchio esposto e pertanto è complicato attrezzare la doppia. Anche in questo caso basta 1 sola corda da 60m. Una volta finita la calata si scende sino ad arrivare nella valle dove parte la ferrata destra. Personalmente mi sento di consigliare come alternativa una volta finita la ferrata di sinistra di scendere da dove si è saliti perché la possibilità di trovarsi bloccati tra la 1a e la 2a calata sono alte. Per quanto riguarda la ferrata di destra per raggiungere l’attacco usare un albero accanto. Terminata una prima parte NON salire ma scendere sulla destra (faccia a monte) su altri tratti attrezzati sino a raggiungere una cengia attrezzata. Terminata la cengia consiglio di salire l’ultimo tratto di ferrata verticale e gradinato e scendere poi sulla sinistra seguendo omini e bolli di vernice sino a tornare a valle. In alternativa si tralascia l’ultimo pezzo verticale di ferrata e facendosi sicura si attraversa per alcuni metri sino alla calata di circa 40m quindi in questo caso necessarie 2 corde da 50-60m.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Corriasfotografia
    11/06/2019 alle 02:19

    Come sempre,si parte riunendo il gruppo per la colazione

    CI dirigiamo verso la localita…Imbrago,casco e tutto il neccessario…
    Il caldo si e fatto sentire parecchio..ma siamo a giugno…piu che normale!

    Dalla strada asfaltata nel quale abbiamo parcheggiato ci sono circa 30 minuti di camminata fino all’inizio della prima parete ferrata…
    Le ferrate sono piuttosto semplici…ma il paesaggio e meraviglioso una volta saliti…
    Effettivamente non paragonabile alla ferrata e calata a Pan di Zucchero,ma mi sono divertito parecchio sopratutto con la Calata in corda doppia..alta circa 35 metri…e presenta una zona di vuoto al centro..
    Bello…magari leggermente rudimentali alcuni trattti di ferrata…ma niente di preoccupante se si rimane in sicurezza e concentrati sul dove e cosa stiamo facendo!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Ivan Pegorari
    26/04/2019 alle 18:59

    Ferrata particolare, buon ripiego se si è in zona soprattutto se a pan di zucchero non è accessibile causa mare mosso … Non ci si va di proposito … Troppo discontinua ed un disegno a circolo non proprio comprensibile. Tecnicamente è attrezzata NON a norma, con cavi e sistemi di sicurezza artigianali non omologati, come tutte le ferrate, benché bellissime, della Sardegna.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Francesco Ballocco
    05/01/2019 alle 08:22

    I dati riportati probabilmente sono riferiti al solo percorso sulla sx orografica della valle, considerando la parte nella dx orogr. I tempi e lo sviluppo deve essere più che raddoppiato. Servono dalle 4 alle 5 ore per l’intero percorso che oltre alle tratte ferrate comprende anche 4 calate in corda doppia (22, 35, 12, 35 o 12 Mt).

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Sponsor
Sponsor