Complessità dell'Escursione
  • Difficoltà tecniche
    2/5
  • Difficoltà ambientali:
    3/5
  • Esposizione:
    2/5
  • Impegno fisico:
    3/5
Dettagli della Ferrata
Relazione Video
Resta aggiornato
Relazione Via Ferrata

Generale:

La Ferrata Innerkofler è un itinerario attrezzato di media difficoltà che sale al Monte Paterno nelle Dolomiti di Sesto. L'itinerario di salita è relativamente breve e non presenta difficoltà tecniche di rilievo. Il rientro richiede maggiore attenzione se si percorre il tratto che passa Forcella Passaporto. Itinerario con paesaggi stupendi e tracce delle attività militari della Prima Guerra Mondiale.

 

Località di partenza:

Il punto di partenza dell'itinerario è il Rifugio Auronzo sul versante veneto delle Dolomiti di Sesto. Per raggiungere il rifugio l'accesso principale e più facile avviene in auto da Misurina (m.1750), attraverso la strada panoramica di 7 km con pedaggio, Misurina è raggiungibile da Cortina o Auronzo di Cadore (SR48 e poi SP49) oppure da Dobbiaco in Val Pusteria (SS 51 e poi SP49). Indicazioni per Google Maps disponibili qui.

 

Avvicinamento:

L'obiettivo del nostro avvicinamento sarà la Torre di Toblin. Lasciata l'auto nel parcheggio del Rifugio Auronzo (2320 m) si segue l'ampio sentiero panoramico segnavia 101 che ci conduce al Rifugio Lavaredo (2344 m - ca 30') per poi raggiungere su pendenza leggermente più accentuata Forcella Lavaredo (2454 m - 45'). Da Forcella Lavaredo si apre un panorama stupendo davanti a noi: la Croda di Passaporto, il Monte Paterno, il Sasso di Sesto e la Torre di Toblin e a sinistra, visibili dopo i primi metri di discesa, le 3 Cime di Lavaredo.

Proseguiamo nell'avvicinamento in discesa rimanendo sull'ampio sentiero 101 e ignoriamo le varie tracce di sentiero che si staccano prevalentemente verso sinistra. Raggiungiamo il Rifugio Locatelli (2450 m - 1h 15' dal parcheggio), importante crocevia di sentieri in questa zona delle Dolomiti di Sesto.

Dal Rifguio Locatelli seguiamo le indicazioni per il sentiero di guerra Innerkofler che sale in direzione sud est. Svoltiamo a destra e ci avviamo in direzione dell'evidente parete nord del Paterno. Passiamo a fianco al singolare pinnacolo denominato Frankfurter Wurstl e proseguiamo in salita guadagnando quota. Raggiungiamo la prima galleria di guerra - piuttosto bassa - ma illuminata da alcuni fori nella roccia. Saliamo alcuni gradini al suo interno e usciamo su un ballatoio artificiale con cui passare sul versante opposto dove entriamo in una seconda galleria. Questa galleria è lunga oltre 300 metri, con all'interno scalinate e necessita di una torcia per essere percorsa. Raggiungiamo l'uscita sul versante opposto dove una targa metallica ci indica l'inizio della Ferrata Innerkofler al Paterno alla Forcella del Camoscio (2650 m - 30' dal Rifugio Locatelli - 1h 45' totali).

 

Ferrata:

L'attacco della ferrata è in prossimità di un esposto spigolo. Dopo un breve tratto orizzontale il cavo prosegue verticale in una paretina con buoni appigli a cui segue un tratto di roccette non attrezzate che risaliamo verso destra. Pieghiamo ora verso sinistra in salita per giungere all'interno di una trincea dove proseguiamo di fatto su una rampa guadagnando rapidamente metri. Arriviamo sotto un balzo roccioso di una decina di metri ben gradonato dove risaliamo spostandoci gradualmente verso l'esterno e rimontando lo spigolo in elevata esposizione. Il cavo corre sullo spigolo tra un canalino interno alla montagna e la parete esterna. Pieghiamo verso destra e risaliamo ora un canalino con fondo detritico stando sul lato destro. Guadagniamo rapidamente quota col Rifugio Locatelli oramai lontano e raggiungiamo quindi Forcella dei Camosci, crocevia di sentieri dove abbiamo alcune opzioni per il proseguo dell'escursione (30' dall'attacco - 2h 45' totali).

La nostra relazione prosegue con l'itinerario per la vetta. Dopo aver perso un paio di metri di quota in leggera discesa siamo a un bivio. Ci sono due percorsi per la salita: uno a destra e uno a sinistra entrambi attrezzati. Per evitare affollamenti e passaggi complessi, si sale generalmente col percorso di destra. Si segue il cavo che sale in diagonale verso sinistra su fondo ben gradonato. Il cavo ora prosegue verticale su roccia ben appigliata e arrampicabile. Dopo alcuni metri raggiungiamo una cengia non attrezzata che percorriamo verso sinistra seguendo le tracce senza particolari difficoltà. Si inizia a intravedere la croce di vetta del Monte Paterno (2744 m) che raggiungiamo dopo alcuni minuti di salita (20' dal bivio - ca 3h totali).

Dalla vetta dovremo scendere percorrendo il sentiero a sinistra fino al bivio presso la Forcella dei Camosci. Percorriamo a ritroso il piano sommitale fino a incontrare il cavo che scende sul versante orientale. Scendiamo due tratti verticali gradonati inframezzati da una esposta ma cengia con panorama stupendo. Raggiungiamo il bivio dell'andata (20' dalla vetta - ca 3h 30' totali) e quindi in breve siamo alla Forcella dei Camosci dove dovremo valutare l'itinerario di rientro.

 

Discesa:

Dalla Forcella dei Camosci avremo 2 opzioni di rientro:

  1. il percorso più breve è di rientrare a Forcella di Lavaredo tramite il Sentiero Attrezzato di Forcella Passaporto (2379 m). Il rientro per Forcella Passaporto. Il sentiero di rientro presenta alcuni punti esposti e di difficoltà maggiore rispetto all'opzione 2. In particolare, dopo aver percorso una cengia attrezzata dovremo scendere alcuni metri e attraversare un canalino franoso non attrezzato per risalirlo sul versante opposto prima di entrare in una galleria. Un secondo passaggio esposto è una cengia non attrezzata particolarmente stretta. Fatta eccezione per questi due passaggi il resto della via è attrezzato in alcuni punti ma non difficile e ha l'enorme vantaggio di svolgersi in un contesto stupendo. Infatti appena passata Forcella Passaporto si prosegue in discesa attraversando alcune gallerie con le Tre Cime di Lavaredo dritte davanti a noi per tutto il percorso fino a Forcella di Lavaredo (1h da Forcella dei Camosci - 4h 30' totali). Da Forcella Lavaredo a ritroso per il sentiero 101 percorso all'andata fino al parcheggio (5h totali).
  2. il secondo itinerario consiste nel percorrere il Sentiero Attrezzato delle Forcelle che corre poco sotto la cresta che collega il Monte Paterno con la Forcella dei Pian di Cengia (2522 m - 2h da Forcella dei Camosci 5h 30' totali). Questo sentiero è caratterizzato da una lunga serie di cenge, a tratti attrezzati, con ponti e resti della Grande Guerra a testimoniare le attività che son state svolte in questa zona un secolo fa. Percorriamo tra sali e scendi fino a Forcella Pian de Cengia dove, con breve deviazione a nord, si può raggiungere il Rifugio Pian de Cengia (2528 m). Il rientro avviene seguendo il sentiero 107 in direzione sud e successivamente il sentiero 104 che conduce a Forcella Lavaredo (1h dal Rifugio Pian di Cengia - 6h 30' totali). Da Forcella Lavaredo a ritroso per il sentiero di andata fino al parcheggio (7h totali).

 

Note:

La Ferrata Innerkofler è una ferrata piacevole di media difficoltà che percorre un tratto che abbina paesaggi mozzafiato con resti della Grande Guerra. Nel complesso risulta ben arrampicabile e mai esageratamente impegnativa. Attenzione al canalino prima di Forcella dei Camosci che può avere neve e ghiaccio anche in stagione inoltrata. Necessaria la torcia per percorrere la Galleria Paterno ed eventualmente una galleria nel rientro per Forcella Passaporto. Il rientro per Forcella del Passaporto richiede un po' di attenzione e piede fermo.

 

Opportunità:

La zona in cui si sviluppa la Ferrata Innerkofler è ricca di altre vie ferrate. Già percorrendo la ferrata stessa per completare il rientro si percorre o il Sentiero Attrezzato del Passaporto (itinerario 1) o il Sentiero Attrezzato delle Forcelle (itinerario 2). Se si volesse proseguire in itinerari attrezzati alcune opzioni sono:

mood_bad
  • Non ci sono ancora commenti
  • chat
    Lascia una recensione
    Galleria Immagini
    Immagini Ferrata Innerkofler. Le immagini inserite in relazione ci sono state inviate dagli utenti del sito. Se sei interessato a inviarci foto, utilizza il modulo a fianco oppure inviale nella nostra pagina Facebook.
    Inviaci una foto

    Hai percorso questo itinerario? Ci farebbe piacere inserire le tue foto. Inviacele e indicaci a quali tratti della ferrata corrispondono così le inseriamo nella relazione e nella sezione foto. Se desideri inviarci molte foto, ti consigliamo di utilizzare la nostra pagina Facebook.

    Inviando la foto accetto i termini e le condizioni

    Meteo
    Meteo Ferrata Innerkofler in località Misurina (Belluno).

    Misurina (Belluno) meteo
    Webcam nelle zone adiacenti
    Webcam Ferrata Innerkofler in località Cadini di Misurina.

    Webcam a Cadini di Misurina