• dvd810
    27/09/2021 alle 22:43

    La ferrata di per se, è solo una piccola parte dell’esperienza e direi anche la meno preponderante.
    Ferrata quasi banale, abbastanza noiosa se rapportata alle ferrate di tipo turistico.
    Mai difficile, mai esposta, mai na ggioia…
    La parte iniziale, presenta molte cambre rotte e cavo di ferro abbastanza usurato.
    Fisicamente difficile, in quanto si procede su parete che ti porta a restare quasi sempre chinato in avanti (4 zampe), a quote importanti 2700-3200m, senza dimenticare la fatica per raggiungere l’attacco della ferrata.
    Quello che invece mi ha colpito, è stata l’ambientazione, partendo dal bellissimo lago artificiale (Andolla), alla morfologia del terreno, al particolare clima umidissimo a bassa quota che crea nubi basse, che dall’alto sembra una distesa di mare bianco. Quando si è in cima, o anche solo al bivacco Varese, si vede quasi tutta la pianura padana.
    Prima di giungere al rifugio, credevo di trovarmi in qualche parte del Tibet.
    Caratteristico il bivacco sul cucuzzolo. Tramonti e albe mozzafiato. Ho avuto la fortuna di osservare una luna enorme e di colore quasi rosso.
    Vicino al bivacco, anzi, sul bivacco, ci sono gli stambecchi, tranquilli e curiosi.
    Ho anche osservato il cucciolo mentre ciucciava dalla mamma.
    Sentiero molto ben segnato, spesso e volentieri su terribili pietraie.
    La zona è estremamente frequentata.
    Sono salito in settimana, incontrando 6 persone (tutti nel bivacco) e scendendo il sabato, ho trovato una processione infinita di gente, nonostante il rifugio fosse già chiuso.
    In ogni caso, questa esperienza mi rimarrà nel cuore.
    Il bivacco Varese, con le sue terre selvagge è da visitare.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Federico HSette-Venticinque
    09/08/2019 alle 04:01

    Ferrata mai veramente esposta, a parte le scale terminali. Molto divertente avendo una grande quantità di appigli, il ritorno si può effetuare facilmente in disarrampicata se ci si vuole divertire ancora, comunque vanno considerate 2 andata e ritorno , da valutare l’ascesa er via di cresta al pizzo andolla sicuramente molto appagante.

    Percorsa in data 5 agosto vi é un nevaio alla base che rende difficoltoso e pericoloso l’attacco essendoci il pericolo di scivolare lungo il pendio molto ripido, quindi sono vivamente consigliati i ramponi utilizzabile anche per camminare sul nevaio presente alls fine della ferrata.

    Io ho usato le scarpette da arrampicata e mi mi sono divertito molto nel sfruttare sppieno tutti gli appigli

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

    • Davide Guazzoni
      14/07/2020 alle 22:52

      Ciao, l’hai fatta in giornata?

  • Filippo Rosi
    24/03/2019 alle 08:03

    Giro stupendo in una zona poco conosciuta dove non si incontrano grandi quantità di persone. Ferrata non difficile e ottimamente attrezzata.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione