• fernandometelli
    03/10/2022 alle 21:25

    Fatta ad agosto 2022. Escursione molto bella, ferrata di soddisfazione per escursionista di media preparazione, senza problemi di vertigine. Salita ben attrezzata, molti passaggi arrampicabili senza trazione sul cavo, diversi passaggi (verso la fine) non attrezzati: per nulla difficili, ma indispensabile sicurezza e passo fermo (esperienza). Durata: 1.30 h fatta con rallentamenti per via del traffico. A mio parere è un “difficile ma poco”.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Silvia Maria Pietralunga
    10/08/2022 alle 18:05

    20/7/2022 . Avvicinamento da Rifugio Demetz ( con bidonvia) e rifugio Vicenza. Ferrata in ottime condizioni. Percorsa in 1h20’. Roccia arrampicabile. Bellissimo modo di raggiungere la cima del Sassopiatto. A parere mio serve precisare che molti tratti di percorso sono di arrampicata su roccette senza assicurazione

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • John Gordio
    14/07/2022 alle 16:48

    L’avvicinamento l’ho fatto trakite cabinovia prima e poi giù al rifugio Vicenza per poi salire sul ghiaione non chissà che faticoso se non per l’ultima parte. La ferrata di per sé è semplice, tuttavia prestare molta attenzione alle rocce, soprattutto quando si è in libera. Occhio perché oggi si è staccata una dalla mia mano sinistra, facendomi scivolare giù per alcuni metri, senza quali conseguenze perfortuna. Panorama e ambiente meraviglioso

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Simone Nale
    27/06/2022 alle 14:35

    Ferrata spettacolare nel cuore del gruppo del Sassolungo. Percorsa nel 2013 quando avevano appena rifatto le attrezzature: è attrezzata molto bene ed ha uno sviluppo molto logico sfruttando questo canalone che permette di accedere alla cima del Sassopiatto.
    Noi quella volta abbiamo trovato diversi tratti innevati ma facilmente superabili in quanto la traccia era ben battuta.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Matteo Peroni
    12/01/2021 alle 09:52

    Ferrata davvero molto bella. E’ una goduria per gli occhi. Quando si risale il Sassopiatto dall’interno basta voltarsi per vedere la pancia del Sassolungo ed è davvero una visione che ti riempie il cuore. Io l’ho trovata piuttosto semplice perché a settembre non ho trovato alcun nevaio. Chiaro che facendola a ridosso della stagione primaverile potrebbe avere qualche difficoltà in più. Da rifare sicuramente.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • gianhellas00
    10/08/2020 alle 16:54

    effettuata in agosto 2019 spezzandola in due gg,salendo dal passo Sella a piedi fino al rif. Demetz,per poi raggiungere il rif.Vicenza per il pernottamento.l’avvicinamento è ripido e su terreno franoso/ghiaioso.trovato piccolo nevaio alla base della ferrata ma niente di insormontabile.la ferrata è molto arrampicabile con le protezioni nei punti giusti ed ha una durata interessante. non ci sono passaggi particolarmente difficili. obbligatorio ovviamente dimestichezza con le esposizioni ed una certa esperienza.lo “scollino” in vetta è di una soddisfazione incredibile! tenere conto che da li, si deve ritornare al passo Sella, scendendo dapprima al rif.Sasso Piatto, al rif.Pertini e al rif. Friedrich August ,percorso molto lungo che deve essere tenuto in considerazione per dosare le energie.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • martinellijanet
    02/09/2019 alle 14:02

    La mia prima ferrata…
    Raggiunta a piedi senza impianti (si può raggiungere sia dal rifugio Demetz che dal Comici, io fatti tutti e due), la parte peggiore dell’avvicinamento è il tratto dal rifugio Vicenza fino ai piedi della via che è molto sabbioso e faticoso. La via ferrata è Molto fattibile basta non avere furia, per metà è in libera ma ci sono molti appigli naturali che ti portano su fino alla croce. Per il resto che dire, meravigliosa e la vista da lassù merita!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Lorenzo Zoffoli
    28/07/2019 alle 21:05

    Ferrata paesaggisticamente stupenda. Non presenta tratti tecnici complicati ma è molto lunga. Nessun tratto particolarmente esposto. Escursione bellissima e consigliata, fisicamente comunque impegnativa e necessario un minimo di addestramento fisico.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    14/04/2019 alle 12:52

    Non ho preso gli impianti quindi l’avvicinamento è risultato decisamente la parte dura dell’escursione. La via non ha passi difficili ma nel complesso è lunga e l’ambiente richiede un po’ di abitudine all’alta montagna. Da non sottovalutare con tempo incerto.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione
Sponsor
Sponsor