• Diego
    15/10/2021 alle 14:48

    Percorsa nella settimana di ferragosto 2021 con mia figlia di 11 anni. Partendo presto, primi clienti ovovia Fronza, abbiamo trovato poche persone. L’avvicinamento è abbastanza lungo ma molto facile. La vestizione con imbrago ecc. deve esser fatta prima dell’inizio vero e proprio della ferrata perchè quando si arriva al primo cavo c’è poco spazio per muoversi, diciamo appena prima di iniziare a salire su roccette è bene prepararsi e poi procedere con l’attrezzatura indossata anche se non la si utilizza subito (difficile spiegare bene la zona ma diventa più comprensibile in ambiente). La ferrata è continuamente interrotta e per questo motivo è meglio fare sempre attenzione perchè ci sono tratti leggermente esposti dove non si è agganciati. Il percorso è molto arrampicabile e divertente. Arrivati al rifugio Santner siamo poi scesi al Rif. Re Alberto e da li al Rif Vajolet (sinceramente abbiamo trovato più devastate quella discesa per le nostre gambe che tutto il giro fatto dal Rif. Fronza più ferrata. Da li siamo rientrati per il passo delle Coronelle e giù al Fronza. La ferrata in se non è stata molto stancante, ma se si vuole fare un giro ad anello bisogna tener presente per bene la durata e i dislivelli del rientro. Paesaggi sempre molto belli, ma per la maggior parte della ferrata sembra di trovarsi chiusi nella montagna…..un’emozione bellissima e molto forte!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • cammo75
    29/09/2021 alle 10:22

    Percorsa il 25/09/2021 con giornata soleggiata, devo dire che i panorami che si incontrano sono mozzafiato e meritevoli; la ferrata in se l’ho trovata più un sentiero, a tratti, attrezzato che una vera ferrata.
    Non presenta nessuna difficoltà tecnica, molto camminabile ed arrampicabile, ma è attrezzata solo a tratti e questo comporta che vi siano punti esposti da attraversare slegati; passaggi non difficili, ma in quanto considerata una ferrata, a mio parere, dovrebbe esserlo dall’inizio alla fine.
    Attenzione alle rocce, in alcuni punti, che, essendoci passata tanta gente, si presentano levigate quindi con quell’effetto “unto” che fornisce poco grip.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • comeaquiloni
    03/09/2021 alle 11:48

    Percorsa a 43 anni esatti di distanza, allora con la mia futura moglie, oggi con la figlia 21enne. Sono soddisfazioni! 🙂
    Ferrata in ambiente stupendo, mai difficile ma con passaggi molto belli se arrampicati. Il nevaio a fine agosto non c’era. Arrivo nella conca delle Torri del Vjolet sempre entusiasmante, specie se si arriva presto, prima della ressa proveniente dalla conca di Gardeccia

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Stefano Rulz
    26/08/2021 alle 07:10

    ho trovato più impegnativo il lungo avvicinamento, causa brevi passaggi di I grado che non la ferrata in se.
    comunque molto bella e di soddisfazione

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • tommy.76
    24/04/2019 alle 14:58

    La ferrata non è difficile ed è varia e divertente…ambiente molto bello sia per l’avvicinamento che per il rientro…c’è più da camminare che da ferrare ma merita una visita

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    14/04/2019 alle 12:42

    Bellissimo questo giro nel Catinaccio. Via non difficile dove il passaggio più difficile è attraversare un nevaio perenne piuttosto esposto. Per il resto posto magnifico.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione