• mauro1960
    06/06/2021 alle 15:37

    La via ferrata dall’attacco alla cima è di 3,20 ore comprese le pause per le fotografie. Nelle parti più complicate sono presenti delle staffe per aiutarti nella salita, per il resto dove sono presenti appigli naturali non ce n’è. Già dalla partenza “La Lama” e poi “il Fungo Magico” capisci che la salita è difficile ma non complicata. dopo aver superato i boschetto e la pietraia dalle “Taniche” in poi è ancora più bella. Lo strapiombo alla tua sinistra dal “Costone della Pineta” ti accompagna fino alla cima facendoti quasi passare inosservata la parete ripida che stai affrontando sulla tua destra. “El Paso Doble” è il più adrenalinico di tutta la ferrata, ma “Il Gran Pilastro” e “La Scala Bionica” poco dietro. Nella discesa se siete fortunati potrete incontrare anche dei camosci. Pe chi volesse fotografare tutta la parete della ferrata è possibile farlo percorrendo la vecchia strada delle gallerie, quella che per intendersi si vede scalando, è transitabile dalla rotonda che immette nella nuova galleria.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • simba2000
    06/11/2020 alle 15:35

    Bellissima! Unico difetto che nei mesi freddi é completamente in ombra, tranne gli ultimi dieci metri dalla vetta…
    Splendido l’inizio con la “lama”!!!!
    Alcuni passaggi da attacco di panico forse per i principianti….
    Per quanto riguarda il parcheggio forse sarebbe meglio inserire il riferiremto di Google maps per quello prima della galleria che é decisamente più giù prima di arrivare a Claviere, dato che il baracchino con su scritto PONTE TIBETANO é facilmente individuabile giungendo al centro abitato.
    Anche per la discesa inizialmente si segue il sentiero ora ben segnalato, ma poi agli impianti di sci viene il dubbio su dove andare… conviene costeggiare il lago sempre dritto, poi si troverà la strada/pista da sci che scende a Claviere.
    Ulteriore complicazione i cartelli di divieto di accesso ai sentieri da entrambe le opzioni di parcheggio, per manutenzione (invernale, presumo).
    Nel mio caso nessun vigile é sbucato fuori all’improvviso ed entrambe i sentieri erano agibilissimi nella pratica.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Gabriele Vecco
    20/08/2020 alle 17:49

    Ferrata divertente e varia , ombreggiata tutta la mattina , molte parti sono direttamente arrampicabili su roccia. I sentieri per il rientro a Claviere causa caduta alberi con le targhette delle indicazioni non sono molto ben segnalati. Per velocizzare la discesa una volta raggiunta la seggiovia con i piloni di colore VERDE , si può scendere seguendone il fianco , il sentiero è però molto ripido e scivoloso , se si segue questa via si rientra direttamente dentro Claviere

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • beppe.tini
    28/02/2020 alle 01:18

    Fatta 2 volte, a settembre 2019 e poi ottobre, mi e piaciuto molto alcuni tratti belli strapiombanti..vista spettacolo! rientro divertente con passaggio nel vallone sotto il ponte tibetano piu lungo d’Europa, in fine arrivo al mio scooter nel mini parcheggio prima del curvone direzione Claviere, consigliatissima !!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Carlo Demo
    22/08/2019 alle 16:19

    Ferrata gratificante e ben attrezzata, che regala belle viste lungo tutto il percorso. E’ posta sul versante in ombra, quindi è perfetta per le calde giornate estive. Abbiamo impiegato poco più di due ore, poiché la via era deserta e non c’era alcun tipo di impedimento. Non facilissimo capire quale sia il parcheggio sterrato dove lasciare l’auto: si trova sulla sinistra salendo da Cesana, in corrispondenza di un’ampia curva a destra, poco prima di imboccare l’ultima galleria, ma è del tutto privo di indicazioni.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Mescalero
    09/06/2019 alle 00:42

    Sarà che a Claviere sono di casa… ma è stata la mia prima ferrata ad agosto 2010 ed è quella che mi ha fatto innamorare di questo tipo di escursioni (considerando che ho iniziato a 53 anni…).
    Da allora le successive mi sembrano tutte “medie”… ma mai sottovalutare niente!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Alessandro Iotti
    19/08/2018 alle 17:01

    Abbiamo percorso la ferrata in una giornata di tempo incerto. La ferrata è molto attrezzata con forse troppe staffe in alcune parti. In generale però è varia e mette alla prova. La parte del Gran Pilastro è quella che mi è piaciuta di più. Al rientro abbiamo percorso il lungo ponte sospeso per far rientro al parcheggio.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione