Complessità dell'Escursione
  • Difficoltà tecniche
    2/5
  • Difficoltà ambientali:
    3/5
  • Esposizione:
    2/5
  • Impegno fisico:
    3/5
Dettagli della Ferrata
Relazione Video
Resta aggiornato
Relazione Via Ferrata

Generale:

La Ferrata al Sass Rigais è una ferrata che si sviluppa in alta quota ed è costituita dalla combinazione di due itinerari attrezzati - la ferrata est e la ferrata sud. Le difficoltà sono medio basse in entrambe le ferrate sebbene la ferrata est abbia alcuni tratti verticali più accentuali e per questo è consigliabile percorrerla in salita. Avvicinamento e rientro lunghi e faticosi.

 

Località di partenza:

Il punto di partenza dell'itinerario è la stazione a monte della funivia che collega Selva di Val Gardena con il Rifugio al Col Raiser (2106 m). Giunti a Selva si procede in direzione di Santa Cristina di Val Gardena raggiunge la Strada Ruecia dove sono gli impianti di risalita. Si può parcheggiare nell'ampio spiazzo di fronte.

Indicazioni per Google Maps disponibili qui.

 

Avvicinamento:

Dalla stazione a monte della funivia si seguono i cartelli con indicazioni per il Sass Rigais e la ferrata in direzione nord-est con segnavia 4 in direzione del Rifugio Firenze (2040 m) raggiungibile in pochi minuti di sali scendi lungo un'ampia carrareccia. Dal rifugio Firenze seguiamo il sentiero 13 che ci porta diretto in direzione del Sass Rigais fino a raggiungere in salita un bivio preso il Plan Ciautier (2322 m - 1h dalla stazione a monte) dove potremo valutare se:

  • tenere la destra e salire il lungo vallone detritico della Val Salieres per esili tracce per percorrere in salita la Ferrata Est, oppure
  • tenere la sinistra con segnavia 29 fino a raggiungere la Forcella de Mesdì per percorrere in salita la Ferrata Sud.

In questa relazione consideriamo la salita dalla Ferrata Est e discesa per la Ferrata Sud.

Preso quindi il bivio a destra e salito il detritico vallone che separa il Sass Rigais dalla Furchetta, raggiungiamo la forcella che li separa (2696 m - 1h 15' dal Pian Ciautier - 2h 15' totali) raggiungendo un punto con visuale sulla Val di Funes sul versante opposto. A questo punto terremo la sinistra per salire su chiara traccia la placca est del Sass Rigais seguendo alcuni bolli rossi fino a raggiungere la sella dove inizia la ferrata (2800 m - 2h 30' totali).

 

Ferrata:

La ferrata inizia salendo alcune roccette che offrono ottimi appigli per mani e piedi utilizzando il cavo solo come autoassicurazione. Guadagniamo quota, saltiamo una fessura e affrontiamo una rampa verso sinistra fino a raggiungere un punto verticale in cui affrontiamo inizialmente un breve traverso a sinistra su alcuni semplici chiodi per poi salire verticalmente su ampie e solide staffe. Procediamo ora nuovamente su una lunga serie di roccette che non presentano difficoltà prima di percorrere verso destra un canalino roccioso. Usciti dal canalino vediamo dritti a noi la croce sommitale. Siamo nel tratto conclusivo della ferrata Est. Saliamo una serie di balzi rocciosi alternati a facili roccette e siamo sulla crestina sommitale che ci conduce alla croce di vetta del Sass Rigais (3025 m - 1h dall'attacco - 3h 30' totali).

Dopo essersi goduti un meritato riposo e un panorama magnifico, iniziamo ora la discesa lungo la Ferrata Sud. Ci dirigiamo infatti verso sud lungo una crestina sommitale a tratti non protetta dopo alcune roccette. Procediamo ora per una lunga serie di roccette, rampe inclinate e balzi rocciosi di medio bassa difficoltà con le quali perdiamo rapidamente quota fino a innestarci in un sentiero con cui scendiamo ripidamente. Raggiungiamo un altro balzo roccioso dove alterniamo una discesa su una rampa con un salto più verticale in prossimità di una passerella in legno dove possiamo dire terminino le attrezzature e con essa la Ferrata Sud e più in generale la Ferrata al Sass Rigais (1h dalla vetta - 4h 30' totali).

 

Discesa:

Scendiamo a valle lungo un vallone ghiaioso in direzione del Pian Ciautier dove all'andata avevamo optato per il bivio di destra. Abbiamo l'opzione di scendere tramite una scorciatoia segnala a Col Raiser tenendo la destra a un bivio. Rientro di circa 1h - totale ca 6h.

 

Note:

La Ferrata del Sass Rigais è una ferrata di media difficoltà che ci porta su un 3000 che caratterizza il gruppo delle Odle Puez. La combinazione di una ferrata in salita e una in discesa la rende una piacevole escursione anche per il ferratista più esperto. L'avvicinamento è lungo e abbastanza impegnativo. Attenzione all'altitudine e alla impossibilità di avere vie di fuga che non siano ferrate quindi da evitare con tempo instabile. Sebbene la relazione sia presentata con questo itinerario, nulla vieta di percorrerla in senso inverso così come di scendere dallo stesso itinerario di salita.

 

Opportunità:

La Ferrata del Sass Rigais si sviluppa in un bellissimo contesto in Val Gardena. Dalla Val Gardena si possono intraprendere anche le Ferrate del Piccolo e del Grande Cir a breve distanza da Selva di Val Gardena così come in direzione del Gruppo Sella si potrebbe optare per la panoramica Ferrata Tridentina. Salendo in direzione del Passo Sella si potrebbero percorrere in ordine crescente di difficoltà la Ferrata al Col Rodella, la Ferrata Schuster al Sassopiatto e la Ferrata delle Mesules al Piz Selva.

  • Scott Ribes
    17/12/2018 alle 08:21

    Escursione magnifica.
    Ferrata abbastanza basilare senza grosse difficoltà.
    Discesa decisamente più impegnativa.
    Metto 5 stelle nello sforzo fisico, in quanto trovo che l’avvicinamento sia stato ( personalmente ) il più faticoso che abbia mai percorso.
    Il gruppo delle “Odle” è meraviglioso; bellissima sorpresa, in quanto non conoscevo queste Dolomiti.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Alessandro Iotti
    19/08/2018 alle 19:33

    La Sass Rigais è stata innanzitutto una stupenda escursione in un gruppo – le Odle – che non conoscevo e che ho apprezzato moltissimo. Fatta in senso antiorario ho trovato la ferrata di salita elementare. La discesa più intrigante forse ha senso salirla visto la roccia che mi sembrava ottima da arrampicare. Itinerario bellissimo che consiglio. Faticoso l’avvicinamento.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

chat
Lascia una recensione
Galleria Immagini
Immagini Ferrata Sass Rigais. Le immagini inserite in relazione ci sono state inviate dagli utenti del sito. Se sei interessato a inviarci foto, utilizza il modulo a fianco oppure inviale nella nostra pagina Facebook.
Inviaci una foto

Hai percorso questo itinerario? Ci farebbe piacere inserire le tue foto. Inviacele e indicaci a quali tratti della ferrata corrispondono così le inseriamo nella relazione e nella sezione foto. Se desideri inviarci molte foto, ti consigliamo di utilizzare la nostra pagina Facebook.

Inviando la foto accetto i termini e le condizioni

Meteo
Meteo Ferrata Sass Rigais in località Selva di Val Gardena (Bolzano).

Selva di Val Gardena (Bolzano) meteo
Webcam nelle zone adiacenti
Webcam Ferrata Sass Rigais in località Santa Cristina Val Gardena - Col Raiser.

Webcam a Santa Cristina Val Gardena - Col Raiser