• Pari Mirko
    30/09/2021 alle 08:49

    fatta il 25-09-21, bel tempo e grazie ad una indicazione di un amico del posto, FATTA AL CONTRARIO, dal secondo troncone dell’ovovia, perde buona parte del dislivello risulta comunque impegnativa e soprattutto è quasi sempre al SOLE!!
    sono stati NECESSARI I RAMPONI in alcuni tratti

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • diego.zanetti.63
    27/09/2021 alle 17:43

    Più che una ferrata vera e propria è un sentiero attrezzato, non difficile, ma che prevede una buona preparazione fisica. Si sviluppa in quota (3000 mt.) quindi bisogna fare attenzione alle previsioni meteo. Scenari stupendi in mezzo al granito e alle fortificazioni della guerra bianca. Due tibetani aggirabili usufruendo delle gallerie. E’ percorribile nei due sensi, se volete fare meno fatica partite dall’ultima fermata degli impianti. Se non avete mai frequentato la zona è consigliabile informarsi molto bene sul percorso in quanto scarseggiano i cartelli. Consigliabile.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • silvio.francescon
    21/08/2021 alle 00:28

    Bella escursione, da fare con bel tempo e soprattutto con buona preparazione fisica più che tecnica. La ferrata, o meglio il sentiero attrezzato è facile, non costituisce limitazione alcuna di percorribilità., previa verifica molto attenta delle condizioni meteo prima di esporsi a quelle quote. I ponti sono ben realizzati e meritano di essere percorsi. I segnavia sono presenti ovunque, mancano sui punti importanti di variazione del tracciato, ( e non è poco) per cui va posta la massima attenzione. Paesaggio stupendo, ambiente suggestivo e ricco di memorie…. da consigliare a tutti!!!!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Michele
    16/08/2021 alle 16:25

    Non difficile ma molto panoramica e i “ponti” valgono l’escursione.
    Confermo che dopo il bivacco NON si può scendere per la via di fuga citata nella relazione.
    Consiglio vivamente di scendere al Passo di Lago Scuro e prendere a sinistra (attenzione c’è ancoro un piccolo pezzo attrezzato per la discesa) per poi seguire il sentiero in costa (non si perde molto dislivello) verso il passo Presena (si arriva ai 3000 mt della cabinovia), Il sentiero è facile e molto bello in una stupenda pietraia dove però si cammina bene.
    Ho aggiunto foto del percorso per far comprendere meglio il giro fatto in 6 ore e mezza con calma.
    Ultima nota: all’inizio non si capisce bene dove partire, abbiamo girato a vuoto per un pochino e solo dopo abbiano capito di prendere il sentiero in mezzo ai due laghi che sono a destra appena scesi dalla cabinovia.
    Un cartello non ci starebbe male…
    Abbiano incontrato gente che la faceva al contrario ma secondo me è più bello arrivare alla fine al passo Presena a 3000 con il panorama dell’Adamello.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

    • sarapravato
      20/08/2021 alle 07:42

      Ciao, grazie per i tuoi consigli. Hai fatto la Ferrata da solo? Mi consigli di prendere una guida? Io ho già fatto 25 ferrate. Alcune classicate difficili. Mi piace l’esposizione e ho un buon allenamento. Farei la Ferrata da sola e accetto consigli…..magari lunedì scrivo sul sito se qualcuno si vuole unire a me. Buona giornata Michele

  • Francesca Anni
    03/09/2020 alle 20:58

    Non proprio ferrata, quanto più un’escursione con parti attrezzate e ponti tibetani da percorrere. Giro sempre bello, da fare previa verifica delle condizioni.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • david.bianchi64
    11/08/2020 alle 13:18

    Concordo nel definire il percorso un sentiero attrezzato piu che una Via Ferrata vera e propria per la mancanza di passaggi difficili. Il sentiero dei fiori e’ pero’ veramente SPETTACOLARE, per i paesaggi, per lo svolgersi in quota (tutto intorno ai 3000mt) e per gli scorci mozzafiato. Comunque da non prendere sottogamba per passaggi non protetti. Serve comunque resistenza per via dei dislivelli, pronunciati, e della lunghezza del percorso in andata ritorno.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Andrea De Togni
    01/08/2020 alle 22:08

    Percorsa il 1 Agosto 2020.

    E’ giusto chiamarlo Sentiero Attrezzato e non Ferrata perchè le difficoltà tecniche (almeno fino a Cima Payer) sono inesistenti (una nota però ci sono diversi passaggi NON protetti dove bisogna prestare particolare attenzione). Però che SPETTACOLO di panorama. Avvicinamento abbastanza faticoso (circa 450mt di dislivello) ma sentiero non difficile ne’ stancante. Finito il sentiero si arriva al rifugio amici della montagna e da lì si scende al passo di Lago Scuro. CONFERMO CHE NON SI PUO’ più scendere dal Corno di Lago Scuro a Capanna Presena. Il primo taglio è appunto al passo di Lago Scuro dove si prende un facile sentiero di costa che scende e poi risale fino a passo Presena. A metà di questo sentiero si può salire verso il passo Maroccaro e scendere dal ghiacciaio ma è sconsigliabile (senza ramponi poi proprio da evitare). Noi perdendo ua mezz’oretta fermi al passo di Lago Scuro e poi scendendo ci abbiamo abbiamo messo cinque ore e io vi assicuro che vado molto piano.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Roberto Denaro
    26/07/2020 alle 15:07

    ATTENZIONE:
    NON SI PUò PIù TAGLIARE A PIACIMENTO LA FERRATA DA CORNO DI LAGO OSCURO A CAPANNA PRESENA. PERCORSO OBBLIGATO DA PASSO DI LAGO OSCURO A PASSO MAROCCARO.

    Bella quanto dura, consiglio di aver a portata di mano la traccia gps per non sbagliare sentiero. Ferrata + escursione bellissima ma molto lunga e stancante. Tempo di percorrenza (da passo paradiso – passo lago oscuro – passo maroccaro – passo presena) 6 ore. Ritorno in funivia da passo presena ma occhio agli orari!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • sara.sambrizzi
    07/04/2020 alle 11:34

    È una bella escursione, molto suggestiva. La ferrata è semplice (per chi ha un minimo di esperienza); la parte più caratteristica della ferrata sono i ponti tibetani.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • ninoesimonetta
    20/08/2019 alle 12:46

    Ho messo una sola stella poiché, a causa di un incidente, non siamo riusciti neanche ad iniziare la ferrata. Mi permetto di dare un consiglio, essendo un frequentatore trentennale di queste vie, a chi gestisce la ferrata soprattutto nell’avvicinamento dal passo Paradiso al passo del Castellaccio. A parte un cartello cadente all’inizio del sentiero nascosto dietro una roccia, non siamo più riusciti a trovare alcuna altra essenziale indicazione per il passo Castellaccio. Se aggiungiamo il fatto che sulla vostra relazione si dice di salire ad un bivio allora non ci siamo. Ho visto almeno 3 gruppi di 3 e 4 persone ciascuno girovagare per ritrovare il percorso perso. Naturalmente è capitato lo stesso anche a noi e voltandomi indietro ho visto altri perdere il sentiero! Per carità, il passo è evidentissimo da giù ma ciò non significa che il tracciato non vada segnalato meglio in quanto sia un itinerario molto frequentato! Nel mio caso la perdita del tracciato ha causato un incidente a mia figlia con rottura del braccio sx. Ed io per rincorrerla mi sono causato una forte distorsione al piede dx, Rimarco il fatto che su una quindicina di escursionisti trovati sul tracciato almeno 8 hanno perso il sentiero di salita al passo Castellaccio. Chi gestisce la via di avvicinamento dovrebbe avere cura affinché non si ripetano fatti di questo genere e per rendere meno probabile la perdita del sentiero evitando potenziali rischi di caduta, soprattutto sotto i canali detritici con presenza di massi instabili! Grazie!

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • manuel.minelli
    11/05/2019 alle 14:47

    Itinerario molto bello e suggestivo con vista mozzafiato, nel mio caso, con arrivo a cima Payer.
    Ferrata piuttosto semplice e fattibile da chiunque conosca come muoversi in montagna ma, pur sempre una ferrata quindi massima concentrazione nei passaggi più scivolosi.
    Nel complesso bella escursione

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    09/03/2019 alle 16:36

    Fatto completamente questo lungo giro. Pernottato al Rifugio (se non ricordo male Trento). Itinerario grandioso, viste stupende. Fatto in una giornata di sole con partenza molto presto dal Tonale così da evitare grossi gruppi.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

Lascia una recensione