• ANDREA BORTOLONI
    20/09/2021 alle 09:17

    Non si riesce a rimanere indifferenti davanti alla bellezza dei panorami mozzafiato che appaiono dopo l’arrivo alla croce di vetta e non si può non provare un brivido durante la discesa nelle gallerie, pensando alle terribili condizioni di vita che quei soldati (sia italiani che austriaci) hanno sopportato in quel lungo e durissimo periodo.
    Purtroppo il sentiero di avvicinamento (e ancor più quello di rientro) non ha una segnaletica decente (anzi… non c’è più nessuna segnaletica) e nelle gallerie sembra che le cose non vadano meglio. Ci si muove un po’ a caso usando più il buon senso che le indicazioni (che, come dicevo, sono pressoché inesistenti).
    Nelle gallerie le indicazioni sono scomparse (restano solo i supporti) o, quando va bene, sono sbiadite dall’umidità.
    Un vero peccato che un luogo così bello e di così alto valore storico sia lasciato in queste condizioni (al contrario, il lavoro di restauro e ripristino è stato fatto in modo egregio).
    Faccio un appello al CAI affinché prenda i provvedimenti del caso.
    Grazie.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Davide De Salvador
    06/08/2021 alle 22:33

    La traccia scaricabile e la descrizione non coincidono nel tratto iniziale. La traccia parte dal passo Falzarego. La descrizione e le indicazioni maps fanno partire dal bar al passo Val Parola o in prossimità del museo tra i due passi. Dal bar Val Parola non abbiamo trovato nessun sentiero che riconduca alla traccia, dal museo si. Partendo dal museo si aggiungono 150m di dislivello, sopratutto per recuperare quota al ritorno. Si aggiunge però un tratto interessante con trincee e marmotte.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Simone Nale
    15/12/2020 alle 13:49

    Il sentiero ha solo 2 punti esposti che sono abbondantemente attrezzati. Il resto è un comodo ma tortuoso sentiero che risale lo spallone sotto la punta del Lagazuoi.
    Grandioso panorama nella parte finale del sentiero.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • denisbox1
    26/08/2019 alle 14:57

    Bellissima escursione, sono un neofita con qualche problema di vertiggini, ma con un pò di pazzienza e volontà non crea nessun problema. Chi è alle prime armi consiglio l’imbragatura e caschetto anche se molti ne fanno a meno.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

  • Filippo Rosi
    14/04/2019 alle 12:58

    Son salita al Lagazuoi con questo sentiero prima di andare a fare la Ferrata Tomaselli. Molto bello il sentiero e non difficile. Direi ottimo per chi vuole prendere dimestichezza con le vie ferrate.

    Quanto ti è piaciuta la ferrata:

    Quanto ti è piaciuta l'escursione:

    Difficoltà della ferrata:

    Impegno fisico dell'escursione:

    • Davide De Salvador
      06/08/2021 alle 22:40

      La traccia scaricabile è la descrizione non coincidono nel tratto iniziale. La traccia parte dal passo Falzarego. La descrizione è le indicazioni maps fanno partire dal bar al passo Val Parola o in prossimità del museo tra i due passi. Dal bar Val Parola non abbiamo trovato nessun sentiero che riconduca alla traccia, dal museo si, aggiungendo 150 metri di dislivello con un tratto interessante (trincee e marmotte)

Lascia una recensione